Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Strade colabrodo, il grido di Firetto: "Fino ad ora solo promesse, adesso basta"

Una marcia di protesta importante che è pronta a coinvolgere diversi sindaci, pronti a dire "basta"

I sindaci dell'Agrigentino sono pronti a marciare per una viabilità migliore. Alla manifestazione del 25 gennaio, evento che si terrà alla rotonda Giunone, parteciperà anche il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. Una protesta importante che ha come scopo quello di fare la voce grossa sulle interruzioni delle strade statali 115 e 189 e per i problemi irrisolti sulla statale 640 nonchè per la precarietà della viabilità interna.

"No all'isolamento", anche l'Ance in campo: "Servono concrete azioni per le tante incompiute"

"Partecipiamo alla manifestazione del 25 gennaio alle 11 alla rotonda Giunone. Se necessario faremo  altro". Queste le parole di Firetto, che poi ha aggiunto: "In questi anni abbiamo assistito a inaugurazioni, sopralluoghi, task force, perfino decreti, e a uno sblocca cantieri. A marzo, giugno, settembre, novembre, mese dopo mese, abbiamo ribadito che non possiamo più attendere. Abbiamo chiamato a raccolta tutti i sindaci, ad Agrigento, poi a Caltanissetta, siamo stati portavoce della protesta dell’agrigentino, del palermitano e del nisseno. Deviazioni, semafori e lavori interminabili, viadotti chiusi o a rischio. Strade colabrodo. Tante le promesse e le rassicurazioni, ma ancora poco o nulla. Viabilità e infrastrutture sono un diritto che reclamiamo da oltre trent'anni. Tutti insieme, uniti, sindaci, sindacati, chiesa, cittadini. Si levi un grido: Basta". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade colabrodo, il grido di Firetto: "Fino ad ora solo promesse, adesso basta"

AgrigentoNotizie è in caricamento