rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
L'evento / Lampedusa e Linosa

Le "Vie dell'amicizia" di Riccardo Muti sbarca a Lampedusa

Il violoncello che suonerà, al pari di altri strumenti ad arco in orchestra, è stato realizzato con il legno di barconi, recuperati davanti alla maggiore delle isole Pelagie, nel carcere di Opera, per iniziativa della fondazione "La Casa dello spirito e delle arti" che li ha messi a disposizione per l'occasione

Il concerto 'Vie dell'amicizia' del maestro Riccardo Muti arriva, il 9 luglio, a Lampedusa. E verrà eseguito nell'incantevole teatro naturale della cava.

Partiti da Sarajevo nel 1997, passando poi per New York, Tokyo, Damasco, Lourdes, il concerto "Le vie dell'amicizia" del Ravenna Festival che da 28 anni Riccardo Muti dirige a Ravenna e in molti luoghi simbolo di sofferenze, approda sulla più grande delle isole Pelagie.

In apertura la composizione elettroacustica Samia suite di Alessandro Baldessari e Claudio Cavallin, commissionata dal Festival. Per lo Stabat Mater, all'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e al Coro della Cattedrale di Siena Guido Chigi Saracini preparato da Lorenzo Donati si uniranno il controtenore Nicolò Balducci, Lina Gervasi al theremin e lo stesso Sollima. Il violoncello che suonerà, al pari di altri strumenti ad arco in orchestra, è stato realizzato con il legno di barconi, recuperati a Lampedusa, nel carcere di Opera, per iniziativa della fondazione "La Casa dello spirito e delle arti" che li ha messi a disposizione per l'occasione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "Vie dell'amicizia" di Riccardo Muti sbarca a Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento