"#siamosullastessabarca" per la "Giornata della memoria e dell'accoglienza"

Da lunedì fino al 3 ottobre verranno realizzate una serie di iniziative per sensibilizzare: saranno presenti oltre 200 studenti

"#siamosullastessabarca". Si chiama così la campagna di sensibilizzazione della sesta edizione della "Giornata della memoria e dell'accoglienza". Quest'anno, a Lampedusa, ci saranno oltre 200 studenti e più di 60 scuole provenienti da circa 20 Paesi europei. Quattro i giorni di workshop, dibattiti, visite guidate, mostre, spettacoli e concerti con artisti internazionali. Perché dal 30 settembre al 3 ottobre il comitato "Tre Ottobre" torna a Lampedusa con il progetto "P(r)onti per l'accoglienza", organizzato in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, il Comune di Lampedusa e Linosa, il liceo Scientifico Marconi di Pesaro e con il sostegno della compagnia San Paolo.

L'iniziativa sarà un'occasione per rafforzare la consapevolezza dei giovani europei sul tema delle migrazioni, attraverso momenti dedicati all'apprendimento e all'ascolto di testimonianze dirette. Il 30 settembre è prevista la visita al museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo, a cui seguirà uno spettacolo teatrale. Il primo ottobre, gli studenti si ritroveranno all'istituto Pirandello per una giornata di formazione: tratta di esseri umani, minori stranieri non accompagnati, rifugiati nel mondo, alcuni degli argomenti trattati. I ragazzi avranno, inoltre, la possibilità di visitare il molo Favarolo e la riserva naturale. Nel pomeriggio, si svolgerà la tavola rotonda "Una storia dietro ogni numero". In serata, la proiezione del film documentario sulla crisi migratoria, "It will be chaos". Il 2 ottobre, una seconda giornata di formazione coinvolgerà studenti e insegnanti, accompagnata da un incontro con i rifugiati, sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre 2013. 

Il 3 ottobre, giorno in cui si ricorda il drammatico naufragio, si terrà la consueta marcia da piazza Castello verso la Porta d'Europa, in ricordo delle vittime del Mediterraneo, che coinvolgerà le istituzioni, i superstiti del naufragio, i familiari delle vittime, gli studenti e la comunità locale. La giornata si concluderà con l'evento finale del progetto "Dimmi storie da sfogliare", svolto nell'ambito del progetto nazionale "Dimmi" di Storie migranti, finanziato dall'agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo. All'iniziativa aderiscono Rai-Radiotelevisione Italiana come media partner, l'associazione nazionale Vittime civili di guerra, l'agenzia Onu per i rifugiati (UNHCR), Amnesty international, l'organizzazione internazionale per le Migrazioni (OIM), Medici Senza Frontiere, Save The Children, COSPE Onlus, Scuola Superiore Sant'Anna, Centro Astalli, GenerAzione Ponte, il Circolo Legambiente Lampedusa Esther Ada, Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta. 

Questa edizione della "Giornata della memoria e dell'accoglienza" è legata alla campagna di sensibilizzazione #siamosullastessabarca, volta ad informare correttamente sulle tematiche migratorie e favorire la partecipazione attiva dell'opinione pubblica e in particolare modo delle nuove generazioni, al fine di stimolarle a diventare il motore di un cambiamento duraturo, attraverso il dialogo e la condivisione con l'altro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento