Lotta all'inquinamento marino e valorizzazione dei pesci: ecco "Cookin Med"

Firetto: "La città è la location ideale per ospitare un laboratorio di ricerca sulla gastronomia che indaga le diverse tradizioni legate ai Paesi che vivono il Mediterraneo"

Il sindaco Lillo Firetto e lo chef Pino Cuttaia

Un progetto per rappresentare e celebrare il Mediterraneo nei suoi aspetti più diversi, da quello ambientale a quello culturale passando da quello gastronomico. E' l'obiettivo che si pone "Cookin Med", l'iniziativa presentata ufficialmente nella Valle dei Templi ad opera dello chef stellato Pino Cuttaia. Al centro delle tematiche della prima edizione, che si terrà nella primavera del prossimo anno, ci sono la sostenibilità, la lotta all'inquinamento marino, la stagionalità della pesca, la valorizzazione dei pesci poveri e il ruolo geopolitico del Mediterraneo.

Cookin Med-2

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, nel suo intervento alla presentazione del progetto, ha spiegato come la città di Agrigento, per la sua posizione e per la cultura dell'accoglienza che da sempre la contraddistingue, sia la location ideale per ospitare un laboratorio di ricerca sulla gastronomia che indaga le diverse tradizioni legate ai Paesi che vivono il Mediterraneo.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il party perfetto di Ferragosto

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Auto investe un ciclomotore e scappa: due 17enni feriti, denunciato automobilista "pirata"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento