Martedì, 23 Luglio 2024
La curiosità

Il siciliano tra le nuove lingue di Google Translate grazie a dei giovani (uno è di S. Biagio Platani): "Salviamo il nostro dialetto"

Il colosso statunitense ha chiesto aiuto per l'implementazione a Cademia Siciliana, una sorta di Accademia della Crusca dell'Isola: "Togliamo lo stigma che parlarlo sia 'tascio', noi siamo un popolo bilingue"

Il dialetto siciliano ora è tra le lingue che è possibile tradurre su Google. È questa l'ultima novità introdotta dal colosso statunitense: Google Translate ha infatti allargato il ventaglio di scelta delle lingue supportate. Per fare questo ha potuto contare non soltanto sul supporto dell'intelligenza artificiale, ma anche di un gruppo di linguisti palermitani. 

Stiamo parlando di Cademia Siciliana, una sorta di "Accademia della Crusca" del siciliano. L'associazione, nata nel 2016 in Florida e nel 2018 in Italia, ha lo scopo di salvaguardare la lingua siciliana tramite lo studio, la ricerca e l'attivismo. "Negli anni abbiamo svolto diverse attività - dice a PalermoToday David Paleino, uno dei volontari - e stiamo collaborando anche con Mozilla per la traduzione di Firefox". 

Ai due fondatori, Salvatore Baiamonte, linguista di Palermo, e Paul Rausch, originario di San Biagio Platani, ma nato in Florida, oggi si sono affiancati una decina di volontari. I progetti in cantiere sono tanti: "Abbiamo inserito il siciliano nel Common Language Data Repository dell'Unicode - racconta -, abbiamo pubblicato la prima rivista interamente in siciliano, la rivista ufficiale dell'Unesco The Courier (Lu Curreri). Abbiamo anche tradotto Minecraft e l'applicazione di messaggistica istantanea Telegram. Abbiamo una nostra pagina su Wikipedia inglese". 

Google Translate Siciliano
Google Translate Siciliano

Non è la prima volta che il gruppo collabora con Google. "Siamo stati chiamati per la realizzazione di Woolaroo - dice ancora Paleino -, che è un'applicazione di realtà aumentata che include il siciliano. Inoltre abbiamo fatto implementare la lingua siciliana per i sottotitoli su YouTube e fatto inserire la lingua siciliana sulla tastiera GBoard per Android". 

Oltre al siciliano, tra le 110 nuove lingue implementate da Google Translate, c'è anche il veneziano, il friulano, il lombardo e il ligure. "Il nostro interesse - conclude - è quello di salvaguardare la lingua che tra i giovani quasi nessuno parla più. E se nessuno fa nulla andrà perduta. Io faccio il dentista e parlo in siciliano coi miei pazienti. Dobbiamo togliere lo stigma che parlare in dialetto è 'tascio'. Noi siamo bilingue. E se parli in siciliano non sei poco colto, sei come uno che parla in inglese". 

Per Google Translate si tratta dell'espansione più ampia di sempre, se si considera che nel 2022 aveva introdotto 24 nuove lingue, utilizzando la traduzione automatica Zero-Shot, in cui un modello di apprendimento automatico impara a tradurre un'altra lingua senza mai vedere un esempio. Ora l'ulteriore sviluppo - decisamente più massivo del precedente - è stato possibile grazie a Palm 2, modello linguistico di grandi dimensioni di Google.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il siciliano tra le nuove lingue di Google Translate grazie a dei giovani (uno è di S. Biagio Platani): "Salviamo il nostro dialetto"
AgrigentoNotizie è in caricamento