Giornata contro la violenza sulle donne, la Cisl: "Noi ti ascoltiamo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il 25 novembre celebriamo la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Come Cisl di Agrigento, Caltanissetta, Enna e con la collaborazione del Sindaco di Enna, Maurizio di Pietro, della Questura e dell’Asp sempre di Enna, abbiamo voluto diffondere un video-messaggio sul tema con l’intento di sensibilizzare le coscienze e gettare le basi per la realizzazione di uno specifico progetto sull’argomento». A dichiararlo è il Segretario generale della Cisl Agrigento Caltanissetta Enna, Emanuele Gallo che vuole valorizzare così l’impegno quotidiano del sindacato. "Non perdiamo occasione per evidenziare che la violenza sulle donne è una forma gravissima di discriminazione che implica la violazione dei diritti umani. Ogni giorno e in ogni luogo di lavoro - rimarca Gallo - conduciamo questa dura battaglia affidandoci alla contrattazione collettiva pur consapevoli che per sconfiggere un fenomeno così radicato è necessario l’ulteriore varo di azioni più mirate che vadano dall’educazione di genere nelle scuole, alla formazione di insegnanti, operatori giudiziari, sanitari, forze dell’ordine. Non secondario poi il sostegno economico alle donne vittime d’indiscriminata violenza alle quali vanno assicurati tempi certi per procedimenti giudiziari e processi».

Carmela Petralia, segretario  Cisl,  aggiunge che «la violenza è a tutti gli effetti uno svantaggio corrosivo, perché agisce sull’indebolimento dei fattori protettivi e sui cosiddetti tutori della resilienza: famiglia, scuola, società. Come sindacato siamo consapevoli che il maltrattamento delle donne ne riflette la diseguaglianza costituendo un ostacolo al pieno progresso di quest'ultime. La Cisl è animata da spirito solidale caratterizzandosi come interlocutore di tutte quelle donne che avvertono l'esigenza di chiedere una consulenza, un'informazione, un supporto. Queste necessità hanno generato l’iniziativa “LaCisltiascolta”, un nostro servizio di ascolto telefonico nato con il fondamentale apporto della dott.ssa Lorella Rizza, psicologa, e dell'Avv. Laura Ballati».

«Non abbiamo comunque voglia di fermarci - avverte Emmanuele Piranio, componente della Segreteria Cisl Ag, Cl, En,  perché ci rendiamo conto che rafforzare la rete territoriale significa permettere l’accesso a forme di welfare essenziali favorendo quelle donne che vogliano lasciarsi alle spalle brutte storie di violenza e tentativi di richiedere attenzione andati purtroppo miseramente a vuoto».

«Il video che abbiamo realizzato - prosegue Emmanuele Piranio - risponde alla volontà di promuovere iniziative di sensibilizzazione sul tema della violenza per combatterla già sul nascere. Puntiamo quindi alla formazione specifica sul tema coinvolgendo le istituzioni attive sui territori: Prefetture, enti locali, scuole, strutture sociosanitarie».

«Come Cisl - conclude Emanuele Gallo - rilanciamo un messaggio chiaro esortando le donne a non avere paura, a non essere reticenti, a denunciare soprusi, vessazioni, molestie sessuali anche sul posto di lavoro. Noi ci impegniamo a svolgere un ruolo pratico puntando alla redazione e sottoscrizione di Protocolli d’intesa con i rappresentanti dei vari soggetti che intendiamo coinvolgere: sanità, istruzione, assistenti sociali, polizia, tribunali».

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento