rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Eventi d’estate

Da Toquinho alla suggestiva alba musicale con Anais: ecco il programma di “FestiValle”

La kermesse internazionale di musica e arti digitali tra i templi e la spiaggia di San Leone torna nella sua formula originale dopo la pandemia. Alcuni giovani migranti saranno inclusi nello staff come steward

Saranno 4 giorni di appuntamenti tra musica jazz ed elettronica passando per il grande evento dedicato al “mezzo secolo” di carriera della leggenda della musica brasiliana Toquinho. Il programma di “FestiValle” è pronto e sarà anche collegato ad una sorta di “guida” - per i turisti che si spera possano arrivare da tutta Italia - ai luoghi del territorio da visitare in occasione della manifestazione. La musica al servizio del turismo, insomma, per questa sesta edizione che torna nella sua connotazione originaria dopo le versioni “ridotte” a causa dell’emergenza sanitaria.

Gli organizzatori lo chiamano “Boutique festival” che mette al centro della sua ricerca l’incontro tra le sonorità jazz e le contaminazioni contemporanee. 

“Ogni concerto - dice il direttore artistico Fausto Savatteri - vive nell’incanto di luoghi senza tempo: i live al tramonto nel rigoglioso giardino della Kolymbethra con vista sul tempio dei Dioscuri, la prima serata sul main stage ai piedi del maestoso tempio di Giunone, l’afterparty sulla spiaggia di San Leone dove musica e spettacolari architetture luminose si rincorrono sulla battigia, per finire il rituale di passaggio dell’alba al tempio della Concordia, aspettando il momento in cui i primi raggi di luce scaldano l’arenaria delle colonne doriche. E tra le esperienze proposte per il 2022 ci sono servizi e partnership pensati per potenziare il turismo come escursioni e gite che puntano a promuovere in modo sostenibile e autentico lo sviluppo del territorio e le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche.  Gite in barca alla scoperta dei delfini del Mediterraneo, passeggiate per l’antico centro storico di Agrigento, ciclo-passeggiate, il treno storico della Valle dei Templi e tour in “sup” sulla costa della Scala dei Turchi sono solo alcune delle esperienze da vivere nei 4 giorni di agosto. “FestiValle” si impegna inoltre in attività di inclusione sociale - grazie al sostegno dell’associazione Acuarinto - per la formazione di giovani migranti richiedenti asilo che durante il festival lavoreranno a fianco degli altri membri dello staff come steward e per le attività di benvenuto agli spettatori”.

Giovedì 4 agosto

Si celebra la reunion dei “Karate”, storica band post rock/slowcore jazz di Boston che torna a esibirsi insieme dopo 17 anni. Definiti “indie-jazz” quando il termine “indie” indicava ancora l’underground e non la musica leggera, adesso i “Karate” sono pronti a riaccendere gli animi dei fan della prima ora e a fare innamorare le nuove generazioni. Nello stesso giorno, al tempio di Giunone, altri due concerti in seconda serata: Rita Payes &  Elisabeth Roma: la giovane trombonista e cantante catalana si esibisce in formazione di quartetto con la madre, chitarrista classica, in un percorso sonoro sensuale e raffinato. Un repertorio che fonde jazz, bossa nova e chitarra classica. In chiusura di serata “Dele Sosimi aka The Ambassador of Afrobeat”. Tastierista e direttore musicale dei leggendari ”Egypt 80” di Fela Kuti e poi collaboratore di Femi Kuti e Dele Sosimi, è uno dei massimi portavoce della black music mondiale, capace di spaziare dal groove funk ai ritmi africani, dal jazz alla musica tradizionale nigeriana. Presenterà il suo ultimo disco “Full Moon” in versione live con una band di 7 musicisti.

Venerdì 5 agosto 

Giornata dedicata all’incontro tra due mondi: il funk urbano e il sound afro-caraibico. Esclusivo concerto dei “Nu Genea”: dall’underground napoletano al successo internazionale. Nella stessa serata, il groove psichedelico dei “Mauskovic”:cinque polistrumentisti olandesi che continuano a scambiarsi gli strumenti senza mai fermarsi. Si preannuncia una grande festa.

Sabato 6 agosto 

Unica data italiana per “Kamaal Williams”, tastierista e producer britannico che ha raggiunto la fama internazionale con il progetto “Yussef Kamaal”, insieme al batterista Yussef Dayes. Nella stessa serata arriva anche il polistrumentista Marco Castello che nelle sue canzoni racconta la contemporaneità muovendosi con disinvoltura tra i linguaggi jazz, pop, funk e blues per un sound fresco e leggero, elegante e immediato.

Domenica 7 agosto 

Al tempio di Giunone il celebre musicista brasiliano Toquinho festeggerà i suoi 50 anni di successi: un concerto-tributo a tutti quei grandi amici con cui Toquinho ha condiviso tanta musica e tanta poesia, un omaggio al migliore jazz brasiliano di tutti i tempi. Ad aprire il concerto i ”Lovesick Duo” per un’incursione nelle atmosfere del country, rock ‘n’ roll e swing made in USA che crea armonie musicali retrò, divertenti e romantiche. E sempre domenica l’evento all’alba, alle 4,30 del mattino, intitolato “Al passo coi templi - Il risveglio degli Dei”. Ci sarà Anais Drago per un viaggio onirico tra mito, musica e teatro con oltre 40 performer. Anais Drago è vincitrice del “Top jazz”, nella categoria “Nuove proposte”, della rivista ”Musica Jazz 2021”. Un’artista che si muove tra le sonorità del jazz, del rock e della world-music con uno sguardo sempre rivolto a nuove sonorità e generi di confine. Tutte le informazioni sull’acquisto dei biglietti sul sito ufficiale www.festivalle.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Toquinho alla suggestiva alba musicale con Anais: ecco il programma di “FestiValle”

AgrigentoNotizie è in caricamento