Polizia municipale, Fp Cgil: "Operano senza tutele per salute e sicurezza"

I sindacalisti: "La maggior parte degli operatori di polizia locale hanno un contratto part-time per cui è stato chiesto l’adeguamento orario"

Operano senza la dovuta garanzia e tutela della salute e della sicurezza e le autovetture di servizio non sono mai state sanificate. La Cgil Funzione pubblica - con la coordinatrice Lorella Capellupo e il segretario generale Vincenzo Iacono - evidenziano le criticità per gli agenti della polizia municipale in servizio ad Agrigento. "Va pianificata, con massima attenzione, da parte delle istituzioni preposte a livello territoriale e locale, la procedura affinché si dia una puntuale attivazione a quanto stabilito dalla circolare. Gli operatori di polzia di Agrigento svolgono le stesse funzioni delle altre forze dell’ordine e tale circostanza deve essere considerata nell’ambito di valutazione del rischio e devono essere applicate analoghe misure di prevenzione e protezione. Nonostante ciò non si riesce a dare opportuna e necessaria sicurezza e serenità al personale chiamato a svolgere servizi essenziali ed indifferibili, in quanto sono scarse ed alle volte inesistenti le forniture dei richiamati dispositivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindacalisti evidenziano anche che "la maggior parte degli operatori di polizia locale hanno un contratto part-time per cui è stato chiesto l’adeguamento orario. Ci si aspetterebbe che il dirigente di settore si impegnasse a mettere in atto tutte le procedure per assicurare da un lato la fornitura dei migliori strumenti di sicurezza DPI e continua sanificazione degli ambienti di lavoro e delle autovetture di servizio e dall’altro la richiesta all’amministrazione di procedere alla trasformazione dei contratti di lavoro, come più volte richiesto,  allo scopo di affrontare con più efficacia l’emergenza sanitaria in atto. In questa drammatica situazione di parziale deroga alle regole contrattuali questi lavoratori, si vedono recapitare via mail la direttiva n. 22081 del 03.04.2020 nella quale - precisano i sindacalisti - si dispone che da lunedì la presenza deilavoratori sarà tenuta attraverso l’utilizzo del sistema del badge e non più attraverso una verifica manuale. Questa scelta, operata senza confronto sindacale, viene considerata non urgente e, soprattutto, si verificherebbe l'ulteriore assembramento per la presenza dei lavoratori che devono entrare e quelli che devono smontare dal servizio, sconsigliata in questo momento di distanziamento sociale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento