I sindaci e il Cartello sociale: "Se il Covid-19 si diffonde, saremo in grado di affrontarlo?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Augurandoci che le misure finora adottate saranno sufficienti a contenere la diffusione del Covid-19, ma nel caso che fosse necessario essere ancora più incisivi; considerato che l'OMS ha dichiarato ufficialmente che siamo in presenza di una pandemia; considerato il fatto che diversi Governatori e amministratori locali, sia del nord che del sud, stanno chiedendo misure più rigide
sull esempio del modello Whuan, considerata la necessità di fare tutti un appello alle popolazioni di ogni Comune di essere più ligi e rispettosi delle misure già decretate, ci chiediamo se, di fronte a un eventuale (e ci auguriamo tutti che così non sarà) aumento dei contagi anche in Sicilia, i nostri ospedali si troveranno attrezzati in ogni provincia ad operare come richiesto per la tutela
della salute dei siciliani, che sono italiani come tutti gli altri visto che come ha detto Conte, la tutela della salute è un diritto di tutti? In una situazione così difficile vogliamo pensare che le autorità competenti si adopereranno con grande tempestività per adeguare le nostre strutture sanitarie in modo da garantire un'adeguata assistenza, ove si rendesse necessaria, anche alla popolazione siciliana.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento