Commissione antimafia in città, ecco l'elenco di chi sarà ascoltato

La presenza dei parlamentari presieduti da Claudio Fava è, formalmente, dovuta ad una visita istituzionale, ma si parlerà anche di Girgenti Acque

Niente audizioni "clamorose" o iniziative specificatamente dedicate all' "affaire Girgenti Acque". La commissione regionale antimafia ed anticorruzione dell’Assemblea Regionale Siciliana sarà ad Agrigento il prossimo 17 dicembre per svolgere "una serie di audizioni", precisando che la missione "fa seguito a quelle già svolte a Trapani e Siracusa nell’ambito di un percorso di visite istituzionali che toccherà tutte le province siciliane".

Servizio idrico, l'Ati notifica risoluzione del contratto alla Girgenti acque

Pensare che non si parlerà però della società, dell'interdittiva antimafia che l'ha colpita e delle vicende giudiziarie in corso, sarebbe, ovviamente, un errore. Non fosse altro perché la commissione avrà modo di confrontarsi con massimi vertici agrigentini. Convocati saranno: il prefetto Dario Caputo, il questore Maurizio Auriemma, il colonnello Giovanni Pellegrino, comandante provinciale dell’arma dei Carabinieri, il colonnello Pietro Maggio, comandante provinciale della Guardia di Finanza, il dottor Roberto Cilona, dirigente Dia. Nella seconda parte della giornata di lavoro saranno auditi il dottor Luigi Patronaggio, procuratore della Repubblica e l'aggiunto Salvatore Vella.

Società a rischio infiltrazioni, "stop" della Prefettura a Girgenti Acque

Con loro si parlerà quindi di Agrigento e, anche, di Girgenti Acque, in modo da acquisire elementi che potranno poi essere sviluppati in una fase successiva di audizioni da svolgersi a Palermo, così come già fatto dopo le visite in altre province della Sicilia. Insomma, l'attenzione sulla vicenda è massima, anche perché tutto quanto gira intorno al gestore del servizio idrico, alle richieste dei comitati di ritorno all'acqua pubblica rappresenta un fronte in perenne evoluzione, in questa fase. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento