rotate-mobile
Le nomine / Favara

Combattenti e reduci di Favara, Manganella è il nuovo presidente

Componenti del Consiglio direttivo sono stati eletti Francesco Russello, vicepresidente, Angelo Sferrazza, segretario e Serafino Russello, sindaco controllore, Franco Pullara e Giuseppe Di Gloria, consiglieri supplenti

L’insegnante Rosario Manganella, già sindaco di Favara, è il nuovo presidente della sezione combattenti e reduci di Favara. La decisione è stata assunta all’unanimità dall’assemblea dei soci a conclusione del congresso dell’associazione, presieduta dal commissario straordinario, Franco Morello, nominato dal presidente dell’associazione nazionale Combattenti e reduci.

Componenti del Consiglio direttivo sono stati eletti Francesco Russello, vicepresidente, Angelo Sferrazza, segretario e Serafino Russello, sindaco controllore, Franco Pullara e Giuseppe Di Gloria, consiglieri supplenti.

Il neopresidente, dopo l’introduzione ampia del commissario Morello e l’elezione di Manganella, quest’ultimo ha proposto di eleggere presidente onorario della sezione favarese, il presidente uscente Salvatore Sferrazza che ha servito per quindici anni con impegno e sacrifici il circolo. Il presidente Manganella ha tracciato il programma che intende, unitamente ai consiglieri, portare avanti nei prossimi mesi, a partire da una maggiore attenzione al monumento dei Caduti, alla ricorrenza della giornata dell’unità nazionale e delle forze armate del quattro di novembre per ricordare tutte le vittime di qualsiasi guerra.

Nella sede della sezione di Favara sono esposte, infatti, le fotografie dei caduti della prima e della seconda guerra mondiale. Manganella ha concluso con un appello: “Invitiamo, fin d’adesso, i familiari dei caduti per difendere la Patria a farci avere notizie e foto dei loro cari, come, altresì invitiamo le scuole a visitare l’ampia esposizione di foto dei nostri concittadini, morti per salvare l’Italia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Combattenti e reduci di Favara, Manganella è il nuovo presidente

AgrigentoNotizie è in caricamento