rotate-mobile
Attualità

Come rilanciare il centro strorico? Guide turistiche e operatori del settore s’incontrano a Santo Spirito

Iniziativa promossa dal Consorzio Valle tei templi per valorizzare siti di grande interesse ma ancora poco frequentati: “La fruizione di altre strutture adiacenti potrebbe creare un nuovo percorso di visite per prolungare il soggiorno in città”

Mercoledì 23 febbraio il museo di Santo Spirito, nel centro storico di Agrigento, ha ospitato una visita speciale da parte di operatori turistici e guide turistiche del territorio nella prospettiva di una valorizzazione del patrimonio museale del Comune di Agrigento.

Un'iniziativa, promossa dal Consorzio turistico Valle dei templi, grazie alla quale gli addetti ai lavori hanno dato seguito al loro percorso di aggiornamento. Sono stati coordinati da Claudio Castiglione e Salvatore Varisano, rispettivamente vicepresidente e segretario del Consorzio. 

L'iniziativa si è svolta grazie alla disponibilità di Gabriella Costantino, già soprintendente ai Beni culturali di Agrigento, che ha condiviso con i partecipanti la sua competenza evidenziando  il valore e la singolarità di reperti e manufatti esposti in questa struttura finora poco frequentata.

Il percorso proseguirà nei prossimi giorni con la visita al Collegio dei Filippini: anche questa una struttura museale ricca di motivi di interesse ma trascurata dall'utenza turistica.

In tale occasione il Consorzio turistico ha espresso il proprio rammarico "per la mancanza di fruibilità da parte del pubblico di altre strutture museali della città di Agrigento, come il museo dei Padri Redentoristi, la chiesa di Santa Caterina - che potrebbe costituire un ideale "Museo del Rabato" - e, soprattutto, il museo Civico in Piazza Pirandello ormai chiuso da decenni. Quest'ultimo, se sistemato e riaperto, contribuirebbe in modo decisivo alla creazione, nel cuore della città, di un ulteriore polo di attrazione turistico-culturale comprendente anche il teatro Pirandello e il Collegio dei Filippini che si trovano nelle adiacenze: un motivo di prolungamento del soggiorno da parte dell'utenza turistica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come rilanciare il centro strorico? Guide turistiche e operatori del settore s’incontrano a Santo Spirito

AgrigentoNotizie è in caricamento