menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto a Cattolica Eraclea, il consiglio comunale dice "sì"

Si tratta unicamente di una mozione che va a sostegno dell'iniziativa, manca ad oggi un progetto e un investimento economico concreto

Alla fine il voto è arrivato, e non poteva che essere all'unanimità: il consiglio comunale di Cattolica Eraclea ha approvato ieri sera la mozione per il "sostegno alla realizzazione di un aeroporto in località Piana Vizzì" presentata dai consiglieri comunali di opposizione Giuseppe Giuffrida e Paolo Cammalleri. Una mozione, appunto, che "impegna il consiglio e l’amministrazione comunale ad approntare ogni iniziativa e spesa per la  partecipazione  e/o compartecipazione societaria pubblica o mista (pubblica e privata) volta a sostenere la realizzazione di un aeroporto nella nostra località di Piana Vizzì" ma che di per sè, va detto chiaramente, non farà partire alcun cantiere e men che meno consentirà l'autorizzazione di un impianto di volo.

Una aeroporto in Piana Vizzì? Se ne discuterà in consiglio comunale

La finalità è comunque quella di sostenere un eventuale percorso in questa direzione, al fine di  "dotare la provincia di Agrigento di un aeroporto", scongiurando la scelta delle "piane di Licata e Canicattì, scelte sbagliate ed inutili per la crescita economica, sociale e culturale della provincia perché risulterebbero molto prossime agli aeroporti esistenti di Catania e Comiso proponendo una rivalità che non giustificherebbero l’investimento". Secondo il consiglio comnale, infatti, "Piana Vizzì risulta in provincia l’unica piana, una distesa omogenea e senza dislivelli apprezzabili lunga oltre 3 Km, naturalmente vocata per una pista idonea all’atterraggio e decollo di tutti i tipi di aerei turistici e merci".

Un atto politico che, quasi per naturale sillogismo, fece subito il paio con la notizia - solo in parte fondata - dell'esistenza di una società immobiliare che fosse alla ricerca di un terreno per costruire un aeroporto. In realtà l'annuncio cercava semplicemente un terreno pianeggiante per aerei da diporto, quindi piccoli mezzi privati per gli amanti del volo. Niente che possa avere, evidentemente, reale refluenza sui flussi turistici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento