Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Cassette d'acqua, Di Rosa: "Chiesto l'accesso agli atti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nella giornata di ieri 28.12.2020, abbiamo diramato una Nota Stampa, con la quale abbiamo segnalato ciò che a tutti è evidente sulla gestione di un servizio da sempre ritenuto essenziale che ad Agrigento è“partito” con decenni di ritardo e cioè il servizio pubblico di “distribuzione acqua a basso costo”.

Nella giornata di oggi, abbiamo inviato al comune una richiesta(che alleghiamo) di accesso agli atti, chiedendo anche di volerci dare notizie sul mancato avvio del servizio così come previsto nella convenzione e cioè entro i 3 mesi dalla stipula.

“non vogliamo entrare nel merito dei tanti perché, ma sarebbe onesto da parte di tutti, chiarire alla città cosa accade nella gestione del bene pubblico(negli ultimi 5 anni è mancata trasparenza e informazione), e allora ci poniamo e chiediamo risposta su alcune domande:

Se il servizio è partito nel mese di Giugno(installazione casetta acqua zona stadio), come mai entro i 3 mesi previsti(entro settembre) ed a distanza di 6 mesi, non sono ancora state installate le già previste 8 casette negli altri quartieri?

Quali sono i Requisiti tecnici minimi dell'unico impianto al momento installato, con relative certificazioni UNI EN ISO  e sul sistema di sanificazione, previste nello schema di avviso pubblico visto le segnalazioni dei cittadini sulle condizioni igienico sanitarie della casetta che peggiorano sempre più(vedi foto allegate).  

Risulterebbe mancante il Nulla Osta Polizia Municipale sulla insistenza di interferenze alla viabilità veicolare e pedonale, previste nello schema di avviso pubblico;

Copia del progetto della casetta dell'acqua(descrizione dell'impianto e grafici quotati) con relative immagini, scheda tecnica e certificazioni UNI EN 9001:2015 e UNI EN 22000:2005 previste nello schema di avviso pubblico, con verbale della scelta della tipologia della casetta con le indicazioni visto che quella installata poco si adatta alle prescrizioni del “piano paesaggistico”. Stiamo parlando di carenza igienica, in tempi di Covid dove tutto può divenire un focolaio pericoloso.

Riteniamo che Senza queste informazioni non si può essere sicuri della potabilità dell'acqua erogata e quindi, oltre alla mancanza di un vero servizio in tutto il territorio Agrigentino, anche questo diventa un problema, ma ancora una volta ci permettiamo di dire che a modo nostro, E' urgente rivedere tutto ciò che si è fatto al Comune di Agrigento negli ultimi 5 anni, onde evitare un disastro annunciato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassette d'acqua, Di Rosa: "Chiesto l'accesso agli atti"

AgrigentoNotizie è in caricamento