Caretta Caretta depone le uova a Borgo Bonsignore, nido messo in salvo dal Wwf

Il nido ha rischiato di fare una brutta fine perché troppo vicino al bagnasciuga e pronto ad essere distrutto, inconsapevolmente, da qualche ombrellone

Il nido di Caretta Caretta

Trovato - ed è il primo della "storia" - un nido di Caretta Caretta a Ribera. Lo ha fatto il bagnante riberese Leonardo Palmeri che si trovava con la famiglia a fare il bagno vicino a Pietre cadute, località a mare di Borgo Bonsignore, frazione di Ribera. Il riberese ha riconosciuto le tracce di tartaruga marina di cui in vari modi i volontari del Wwf hanno cercato nel tempo di diffondere le immagini perché diventasse cultura comune.

Il nido ha rischiato di fare una brutta fine perché troppo vicino al bagnasciuga e pronto ad essere distrutto, inconsapevolmente, da qualche ombrellone. Gli operatori del progetto "Tartarughe" del Wwf, autorizzati dal ministero dell'Ambiente, di concerto con la ripartizione faunistica e la Guardia costiera hanno messo in sicurezza il nido, con la traslocazione delle uova in posto sicuro, per cui d'ora in poi sarà cura della comunità riberese, e soprattutto di quella di Borgo Bonsignore, di far sì che il nido venga custodito senza intoppi fino alla schiusa, che potrebbe avvenire da Ferragosto in poi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento