rotate-mobile
Attualità

Lampedusa, è allarme per una medusa velenosa: il sindaco invita alla cautela

L'appello del primo cittadino è di non toccare o tentare di catturare l'animale, ma semplicemente di segnalarlo all'autorità della riserva marina delle isole Pelagie

Il surriscaldamento delle acque del Mediterraneo porta con sé conseguenze inattese. Per la seconda volta nel corso di 20 giorni, infatti, nelle acque di Lampedusa è stato individuato un esemplare di “Caravella portoghese”. L'avvistamento è stato ad opera del personale dell’area marina protetta delle Pelagie.

"Bisogna stare molto attenti - ammonisce il sindaco sui sociali - perché  la Caravella portoghese (che è un sifonoforo) è molto pericolosa, i suoi tentacoli possono provocare conseguenze anche molto serie. Oltretutto quando galleggia può essere confusa con una bottiglia di plastica o con una normale medusa".

L'appello lanciato dal primo cittadino è chiaro: in caso di avvistamento l'animale non va in alcun modo né toccato né tantomeno catturato o ucciso: bisogna soltamente avvisare chi di competenza chiamando al numero 0922.975780.

La "Caravella portoghese" non è comunque più da anni una presenza totalmente estranea nei nostri mari, così come molte altre specie "aliene"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampedusa, è allarme per una medusa velenosa: il sindaco invita alla cautela

AgrigentoNotizie è in caricamento