menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operai messi in ferie d'ufficio, la Uil: "Serve un piano 'B' per fare ripartire i cantieri"

La crisi della "Cmc" ha bloccato i lavori sulle statali Agrigento-Palermo e Agrigento-Caltanissetta

"Sulla Palermo-Agrigento la situazione si è fatta nerissima, visto che gli operai della 'Bolognetta scpa' sono stati messi in ferie d’ufficio e la crisi della 'Cmc' a oggi non vede alcuna notizia positiva e per questo non si può rimanere silenti, ancora aspettiamo una netta presa di posizione dell’Anas che ha compiti di vigilanza sul cantiere e sulle società che hanno in carico i lavori. A questo punto i governi regionale e nazionale devono intervenire, non si può lasciare questa crisi e questo blocco dei lavori in silenzio. Il territorio Agrigentino, Nisseno e Palermitano e i cittadini non possono aspettare i tempi della politica, burocrazia e organi giurisdizionali, si deve trovare un piano 'B' per far ripartire cantiere e chiudere le opere. Il sindacato invita e sollecita le parti in campo ad intervenire energicamente e senza perdere ulteriori occasioni perché di tempo prezioso se ne è perso abbastanza a discapito dei cittadini e non può essere avallato più questo sistema delle cose”. La Uil di Agrigento interviene dopo gli ultimi fatti che sono venuti fuori dal decreto alluvione e della crisi conclamata della "Cmc" e dei cantieri a oggi bloccati e indispensabili per il territorio Agrigentino: quali la statale 640 e la statale 189.

Il colosso "Cmc" è in crisi, lavori sulle statali a rischio stop: Agrigento resterà isolata?

"Che fine faranno le statali 640 e 189?", Firetto chiede un incontro all'Anas e al ministro Toninelli 

“Per quanto concerne i tempi a oggi per i fondi degli agricoltori, dopo la paurosa alluvione del ponte dei morti, è ancora tutto da decifrare, visto che il decreto firmato dal ministro delle Politiche agricole fa riferimento ai primi nove mesi dell’ anno e che comunque nella quota riparto è esclusa la Sicilia - aggiunge la Uil - . Ma la cosa più grave è capire, a parte le deroghe per gli agricoltori e allevatori del piano assicurativo dopo i danni che si sono abbattuti nell’isola, i tempi per erogare i fondi e dare vero ristoro al settore che ha subìto danni enormi alle colture e al raccolto e che necessitano di interventi e aiuti economici veloci e mirati per evitare una crisi dell’intero sistema.

Il deputato Giusy Savarino: "Non siamo disposti a perdere altro tempo" 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento