Sabato, 13 Luglio 2024
Le info utili

Cambio gomme: quando va fatto per non rischiare una multa fino a 1.695 euro

Da martedì 16 maggio in poi, chi guida con pneumatici invernali con un codice di velocità inferiore rispetto a quello della carta di circolazione rischia una sanzione molto salata. Ecco tutte le informazioni

Ormai mancano pochi giorni: è scattato il conto alla rovescia per il cambio degli pneumatici. Nel dettaglio, la legge prevede che dal 15 aprile 2023 è possibile sostituire le gomme invernali con quelle estive, anche se c'è tempo fino a lunedì 15 maggio per la sostituzione. Chi ha optato per l'acquisto dei pneumatici quattro stagioni, invece, può circolare sulle strade per tutto l'anno con le stesse gomme. Dal 15 aprile cade anche l'obbligo di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli (catene) sulle strade in cui questo obbligo è stato segnalato. In alcune regioni o province autonome con condizioni climatiche particolarmente rigide, il periodo nel quale vige l'obbligo delle dotazioni invernali può essere però modificato con ordinanze delle autorità locali. 

Da martedì 16 maggio in poi, quindi, chi non ha effettuato il cambio gomme e guida con pneumatici invernali con un codice di velocità inferiore rispetto a quello della carta di circolazione (il libretto) rischia una multa da 422 a 1.695 euro, oltre al ritiro della carta di circolazione, secondo l'articolo 78 del codice della strada. Chi rispetta il codice di velocità del libretto, in teoria, potrebbe continuare a viaggiare con le gomme invernali o, quantomeno, può pensare al cambio gomme senza scadenze fisse e quindi anche dopo la data ultima del 15 maggio.

Ma viaggiare in primavera e in estate con gomme pensate per temperature inferiori ai 7°C e per condizioni atmosferiche invernali può diventare pericoloso e non garantisce la sicurezza ideale, né le prestazioni ottimali dell'auto. Con l'arrivo di temperature più miti, le gomme estive assicurano una migliore resa sotto il profilo dell'efficienza, della sicurezza e del risparmio di carburante. La migliore resa delle gomme estive è dovuta al fatto che la mescola più dura si deforma meno con il calore e garantisce una migliore tenuta di strada, spazi di frenata minori e fa anche consumare meno carburante, grazie alla minore resistenza al rotolamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio gomme: quando va fatto per non rischiare una multa fino a 1.695 euro
AgrigentoNotizie è in caricamento