Due milioni di euro per la piazzetta di Borgo Bonsignore, lavori in appalto

Il sindaco: "La località potrebbe prestissimo davvero diventare un polo di attrazione straordinaria, ipotizzare un luogo suggestivo con attività commerciali, piccole botteghe e laboratori gastronomici che caratterizzano la sicilianità non è più un’utopia"

Il 16 giugno l’Urega di Agrigento celebrerà una gara telematica per l’affidamento dei lavori di riqualificazione della piazzetta di Borgo Bonsignore. L’importo dei lavori, comprensivi di oneri per la sicurezza,è di circa 2 milioni di euro.

“Questo intervento ha una valenza storica, culturale e turistica, ne trarranno benefici non soltanto i residenti della borgata ma anche i cittadini e le attività turistico/ricettive di un intero comprensorio. La piazzetta sarà riqualificata e ricontestualizzata al periodo del ‘ventennio' - ha spiegato il sindaco Carmelo Pace - . Anche la pubblica illuminazione ricorderà lo stesso periodo storico. Sono previsti lavori per il rifacimento di tutti i prospetti, con la sostituzione anche degli infissi esterni di tutti gli edifici prospicienti nella piazzetta. È un progetto che può realmente segnare il rilancio economico del territorio. Borgo Bonsignore è tra i pochissimi borghi Siciliani a beneficiare di tale intervento, tutto ciò è stato possibile grazie alla felice intuizione e alla volontà politica del presidente Musumeci e della sua giunta. La città di Ribera che ho il privilegio di rappresentare - prosegue Pace - esprime un reale sentimento di gratitudine e riconoscenza nei confronti del presidente della Regione, così come siamo grati al sovrintendente Benfari e al suo staff perché, in tempi davvero record, hanno esitato tutti gli atti propedeutici, compreso la progettazione esecutiva che in così poco tempo hanno consentito di procedere alla celebrazione della gara per l’affidamento dei lavori". 

“Borgo Bonsignore potrebbe prestissimo davvero diventare un polo di attrazione straordinario, ipotizzare un luogo suggestivo con attività commerciali, piccole botteghe e laboratori gastronomici che caratterizzano la sicilianità non è più un’utopia - ha evidenziato Carmelo Pace - . Il borgo può realmente rappresentare ciò che rappresenta Marzamemi per la città di Pachino e per tutta la Sicilia orientale. Adesso tocca a noi riberesi sfruttare al massimo l’iniziativa che il presidente Musumeci ha voluto donarci. Non avremo più alibi, questo intervento può rivelarsi una semplice riqualificazione di una piazzetta storica o una vera occasione di rilancio culturale ed economico. La parola passa a noi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento