Vaccino antinfluenzale, via alla nuova campagna "Influ day"

Il servizio è gratuito, tra gli altri, per chi ha compiuto i sessantacinque anni e per i soggetti a rischio ossia adulti e bambini con patologie croniche

L'inverno è ormai ampiamente iniziato e l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento aderisce all’ ”Influ Day”, la campagna di sensibilizzazione alla vaccinazione anti-influenzale promossa dall’Assessorato regionale della Salute.

Per diffondere la cultura del vaccino e ridurre il rischio di diffusione dell'influenza stagionale, l’azienda sanitaria ha indetto giovedì prossimo, 12 dicembre, presso le hall dei cinque presidi ospedalieri, una gamma di azioni volte ad incentivare il personale in servizio presso i nosocomi, ma anche l’utenza avente diritto, ad effettuare la vaccinazione.

Sempre giovedì, presso l’aula di formazione del “San Giovanni di Dio” di Agrigento, avrà inoltre luogo alle ore 12 un incontro-seminario con i dirigenti delle varie unità operative ospedaliere finalizzato a promuovere la vaccinazione antinfluenzale del personale sanitario.

"La campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale, per la prevenzione della malattia e delle sue complicanze - dice una nota dell'Azienda - è già scattata in provincia di Agrigento lo scorso 6 novembre. Le vaccinazioni vengono effettuate su tutto il territorio Asp presso gli studi dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta ed in tutti i presidi vaccinali aziendali. Il servizio è gratuito per chi ha compiuto i sessantacinque anni e per i soggetti a rischio ossia adulti e bambini con patologie croniche, individui ricoverati in strutture per lungodegenti, familiari di persone ad alto rischio, operatori sanitari e di assistenza, addetti ai servizi di pubblica utilità, personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus antinfluenzale non umani come i veterinari e gli addetti agli allevamenti ed ai macelli. La campagna per la somministrazione del vaccino antinfluenzale stagionale - continuano - va da novembre sino a fine febbraio e ciò per poter garantire livelli efficaci di copertura anticorpali nel tempo dal momento che i virus dell’influenza raggiungono l’apice della diffusione nella nostra regione dalla fine di gennaio a marzo".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento