Figli contesi per le feste, Minori in Primo Piano: "L'affido condiviso si connette alla bigenitorialità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

In riferimento agli ultimi recenti episodi di figli contesi da genitori separati, riportati dalla stampa locale anche in occasione delle scorse festività natalizie, l'Associazione Minori in Primo Piano Onlus esprime il proprio profondo rammarico e ricorda che l'affido condiviso dei figli di genitori separati o divorziati non può che connettersi ad una vera bigenitorialità. Così come previsto dalla normativa vigente in materia (tra cui, in particolare, la Legge n. 54 del 2006) il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori anche se essi si separano o cessano la propria convivenza. Il “collocamento” dei figli (espressione, peraltro, invalsa nella prassi ma non in uso nella normativa vigente) presso un solo genitore non può essere inteso come un “affido esclusivo”, cosa che purtroppo accade troppo spesso anche in Sicilia. In riferimento all'episodio che ha coinvolto un bambino di Agrigento di soli 3 anni lo scorso 26 dicembre (e non sarebbe affatto l'unico caso in città, anzi), stando a quanto risulta, la madre, pur avendo ottenuto l'affido del figlio (non è dato sapere se in via esclusiva o condivisa), rimaneva obbligata a fargli trascorrere con il papà un giorno a settimana, ripartendo le giornate di festa con il padre "usando il buon senso" . Pare, tuttavia, che tali disposizioni siano state violate dalla madre e che il padre, a tutela del diritto del figlio di godere della figura paterna quanto di quella materna, si sia più volte visto costretto a richiedere l'intervento delle forze dell'ordine per ottenere il rispetto dei propri legittimi diritti. Casi del genere, che in città sembrano aumentare vertiginosamente negli ultimi tempi, ci spingono a riflettere sulla necessità di rivedere al più presto la legge 54/2006 in modo tale che il diritto dei bambini alla vera bigenitorialità (non quella millantata e attuata solo in apparenza) venga finalmente riconosciuto. Il genitore che vive una situazione di difficoltà o disagio a seguito della separazione tra coniugi può contattare l'Associazione Minori in Primo Piano Onlus al numero 328/2464808 o tramite il sito internet: www.minoriinprimopiano.it per chiedere informazioni, sostegno morale e consigli pratici nonché, tramite i professionisti collaboratori, assistenza legale e supporto psicologico.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento