"Fase 2", tenda della Protezione civile all'ingresso del "San Giovanni di Dio"

Sarà una struttura d’appoggio per effettuare tamponi per l’eventuale diagnosi del Coronavirus

Un ulteriore ausilio al personale sanitario nella "fase 2" dell’emergenza Covid-19 è stato richiesto al Libero consorzio comunale di Agrigento dal direttore sanitario del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio”, Antonello Seminerio, per riorganizzare i percorsi di accesso alla struttura ospedaliera. In particolare, è stato chiesto il montaggio di una tensostruttura (analogamente a quanto già verificatosi nella fase-1) all’ingresso principale dell’ospedale per il ripristino delle attività assistenziali, in particolare per l’effettuazione dei tamponi.

Il commissario straordinario del Libero consorzio, Girolamo Alberto Di Pisa, proseguendo nella collaborazione con il presidio sanitario, ha autorizzato l’intervento e stamani il personale dell’Ufficio di Protezione civile, coordinato dal funzionario responsabile Marzio Tuttolomondo, ha montato in tempi brevissimi la tenda di proprietà del Libero consorzio. Sarà così ulteriormente garantita una importante struttura d’appoggio all’effettuazione dei tamponi per l’eventuale diagnosi del coronavirus (che vanno sempre eseguiti in condizioni di massima sicurezza all’esterno degli ospedali).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento