L'erosione divora la collina del Caos, MareAmico: "Presto aggredirà la 640"

Claudio Lombardo: "Ultimamente sono venuti giù alcuni pali in cemento armato di una recinzione e tanti altri piccoli crolli"

"La collina del Caos continua il suo processo di arretramento: ultimamente sono venuti giù alcuni pali in cemento armato di una recinzione e tanti altri piccoli crolli lungo tutta la fragile collina. Presto il fenomeno franoso aggredirà la vicina strada statale 640". E' con queste parole che Claudio Lombardo, responsabile dell'associazione ambientalista MareAmico, torna a lanciare un allarme per il fenomeno erosione costiera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'erosione costiera minaccia la statale 640, la Regione pronta a sborsare 4 milioni di euro

Lo scorso 10 aprile, la Regione s'era detta disponibile a sborsare quattro milioni di euro per realizzare le opere a protezione del tratto di costa che lambisce la statale 640 che collega Porto Empedocle ad Agrigento e lungo il quale si è registrato un progressivo arretramento delle falesie che rischia di compromettere la stabilità del manto stradale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento