rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
AgrigentoNotizie

Parte il progetto "incunaboli" per produrre il catalogo dedicato alle preziose raccolte delle due biblioteche cittadine

Su Produzioni dal Basso è attiva la campagna di raccolta fondi per pubblicare, nella collana Incunaboli, il catalogo dedicato alle due biblioteche principali della città: la Biblioteca Lucchesiana e la Biblioteca del Seminario Vescovile

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Incunaboli ad Agrigento è un progetto in corso di svolgimento che prevede il censimento e la catalogazione degli Incunaboli della Biblioteca Lucchesiana e della Biblioteca del Seminario Vescovile della città di Agrigento e della sua provincia. La campagna di crowdfunding lanciata su Produzioni dal Basso - prima piattaforma di crowdfunding e social innovation - consentirà di realizzare il catalogo, dedicato alle raccolte delle due biblioteche, che sarà pubblicato dall'Editore Viella alla chiusura della raccolta fondi.

Si tratta di 103 schede descrittive e 73 descrizioni di esemplari della Biblioteca Lucchesiana, e 30 esemplari della Biblioteca del Seminario Vescovile, prodotti tra il 1470 e il 1500: due fondi librari molto interessanti per la quantità e la varietà degli esemplari conservati. Gli esemplari sono descritti con una metodologia ereditata dalla catalogazione dei manoscritti, dando ampio spazio al rilevamento delle decorazioni, della legatura, dello stato di conservazione e di tutti i segni di lettura che denotano l'uso dei manufatti nel corso dei secoli nei differenti luoghi nei quali essi sono stati studiati e conservati.

La raccolta catalografica è stata realizzata da un gruppo di ricerca composto da Alberto Bellavia, Domenico Ciccarello, Vito Fortezza, Cristina Iacono, Giovanna Iacono, Simona Inserra, Marco Palma, con la collaborazione di Don Angelo Chillura e Don Baldo Reina. Da segnalare la presenza della “Protesta dei Messinesi” di Manfredi Zizo, stampata a Messina nel 1478 da Heinrich Alding, di cui si conosce questo solo esemplare al mondo, conservato proprio nella Biblioteca Lucchesiana. Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/project/incunaboli-ad-agrigento-i-biblioteca-lucchesiana-e-biblioteca-del-seminario-vescovile/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte il progetto "incunaboli" per produrre il catalogo dedicato alle preziose raccolte delle due biblioteche cittadine

AgrigentoNotizie è in caricamento