Inaugurato il presepe di Montaperto, Amato: "Finalmente, felici d'esserci ancora"

Antichi mestieri e vecchie usanze, per una rivisitazione storica che conquista. La bellezza di un luogo che diventa speciale nel periodo di festa

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Si è inaugurato il presepe di Montaperto. L’undicesima edizione di uno degli appuntamenti più seguiti dell’Agrigentino apre i battenti. Al taglio del nastro, come consuetudine, l’assessore Nino Amato:”Dopo un lungo periodo di preparativi inizia questa nuova edizione. Siamo felici e sicuri che andrà bene”. Antichi mestieri e vecchie usanze, per una rivisitazione storica che conquista. La bellezza di un luogo che diventa speciale nel periodo di feste. Il presepe di Montaperto si candida, ancora una volta, ad essere meta di grandi e piccoli.

L'evento ha preso il via con la benedizione del parroco Don Lillo Sardella, il suono dei “ciaramiddari”. Un borgo
suggestivo dai colori e sapori antichi, Montaperto come una piccola Betlemme; è questa l’atmosfera che ha accolto ieri nella frazione agrigentina oltre 2000 visitatori che hanno “invaso” i suggestivi angoli e vicoli. Profumo di fieno musica natalizia, zoo
degli animali, Sacra famiglia e sapori della tradizione da gustare, mostra dei presepi, momenti di magia con gli angeli luminosi dell’associazione “Cartoonia”, tutti ingredienti che costituiscono la ricetta segreta del presepe, sapientemente allestito
dall’ideatore Nino Amato e dal suo collaudato staff. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    La fiaccolata per Vincenzo scuote Alessandria, la sorella: "Siete tantissimi perché mio fratello era un'ottima persona"

  • Video

    Incidente mortale al bivio di Joppolo Giancaxio: le terribili immagini

  • Video

    Alessandria è sconvolta, la testimonianza: "Entrambi i ragazzi sono figli di brave persone"

  • Video

    Il cadavere di Gessica Lattuca non è al cimitero, il padre: "Sapevo che non era in quel posto"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento