Una targa in tribunale per Francesca Morvillo, Patronaggio: "Vera eroina dell'antimafia"

Una cerimonia colma di commozione, all'evento hanno preso parte le principali autorità civili e militari

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ventisette anni dopo la strage di Capaci, il tribunale di Agrigento, sceglie di rendere omaggio a Francesca Morvillo. Una targa intitolata alla memoria della moglie del giudice Falcone. Ricordo, commozione e commemorazione, quest’oggi, al tribunale di Agrigento. Nitido il ricordo del procuratore, Luigi Patronaggio. 

"E’ un ricordo come una foto sbiadita, ma è molto impressa nella memoria – ha detto ad AgrigentoNotizie. Francesca era una donna bella, fedele al marito. Noi abbiamo il piacere di ricordarla con una targa, in modo che tutti i giovani che si avvicinano all’aula civile la possano ricordare come lei era, una vera eroina dell’antimafia. Un Paese che non ricorda la propria storia, è un Paese con le gambe corte e non ha proprio dove andare".

Troppa omertà anche tra i giovani, noi diciamo 'basta'": la città in piazza per ricordare Capaci

Alla cerimonia non ha partecipato il personale amministrativo degli uffici giudiziari, che non era stato invitato.
Sull’episodio è intervenuto il segretario regionale della Confsal Unsa, Maurizio Mondello: "Prendo atto con rammarico – afferma il segretario - del mancato coinvolgimento del Personale amministrativo e del dirigente del Tribunale di Agrigento e Sciacca ad una cerimonia che, sebbene sobria, avrebbe potuto rappresentare un momento di riflessione comune sui sacrifici di diversa natura imposti a chi assicura il Servizio Giustizia, servizio per il quale è indispensabile l’apporto del Personale amministrativo, non sempre pienamente riconosciuto e apprezzato". 

L’intervento del segretario della Confsal, è stato condiviso dal rappresentante aziendale della  CISL Giustizia, Luigi Gino Grillo e dal portavoce RSU, Angelo Gelo.

Potrebbe Interessarti

  • Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

  • Ha salvato una donna dopo l'esplosione, l'ambulante senegalese: "Urlava aiuto, le ho strappato i vestiti in fiamme"

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Tataratà annullato, mentre Casteltermini canta e prega in piazza si fa duro lo scontro fra assessore e sindaco

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento