Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I derivati della cannabis sono fuorilegge, un commerciante: "Evitiamo che tanta gente compri 'erba' per strada"

Dopo la sentenza della Corte di Cassazione, il commento: "Un grande danno per le aziende che producono 'cannabis light' e che hanno investito i loro soldi"

 

La liberalizzazione della vendita della cosidetta “cannabis ligth”, disciplinata da una legge del 2016, aveva creato un vero e proprio indotto con centinaia di aziende e attività commerciali che capillarmente sono apparse su tutto il territorio nazionale. Imprenditori, soprattutto giovani, che hanno investito, acceso mutui e avviato le attività e che adesso sono "minacciate" dalla sentenza della suprema Corte di Cassazione che vieta la vendita dei prodotti derivati dalla cannabis del tipo “sativa L” - "salvo che tali prodotti siano privi di efficacia drogante" - e che dunque saranno soggetti alla disciplina prevista dal testo unico sulle droghe.

La Cassazione mette fuorilegge la cannabis legale: "Reato il commercio dei prodotti derivati"

Vasta è la gamma di prodotti  in commercio, c’è la classica erba con thc inferiore allo 0,6% da fumare o da utilizzare come infuso per una tisana alla “maria”. Ma non solo, sul mercato anche, dolci rigorosamente  confezionati con cannabis ligth.

Il business della canna: nell'Agrigentino 3 growshop nell'ultimo anno

AgrigentoNotizie ha sentito l’opinione di un giovane commerciante della città dei Templi. “Noi non dobbiamo avere paura – dice Vincenzo Grizzanti – anzi evitiamo che tanta gente compri 'erba' per la strada, perché preferiscono rilassarsi piuttosto che sballarsi”. Sulla discussa sentenza, Grizzanti  ribadisce: ”E’ un grande danno per tutte le aziende che producono 'cannabis ligth' e che hanno investito i loro soldi come li ho investiti io nel mio negozio”.  
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento