Scoperto un maxi arsenale a Favara, Patronaggio: "Tolte dalla strada armi micidiali e pronte all'uso"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

"Le investigazioni ulteriori ci daranno contezza di cosa abbiamo trovato e a cosa servivano le armi che abbiamo trovato. In questo momento registriamo la grande soddisfazione di avere tolto dalla strada armi micidiali, pronte all'uso ed in perfetta efficienza". Lo ha detto il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, a margine della conferenza stampa per illustrare l'operazione che ha condotto all'arresto di un insospettabile: Amedeo Caruana, infermiere, cinquantenne, di Favara. 

LEGGI ANCHE: Arsenale di pistole, mitragliette e bombe, arrestato un insospettabile 

"Questa operazione è il frutto della costante presenza sul territorio dei carabinieri, in una realtà difficile qual è Favara" - ha tenuto a rimarcare il procuratore Patronaggio.

LEGGI ANCHE: Le indiscrezioni della serata 

L'operazione di ieri, conclusasi a tarda sera, è scaturita da reiterati servizi di osservazione e controlli a persone ritenute "di interesse operativo gravitanti nella cittadina di Favara - hanno reso noto invece i carabinieri del comando provinciale di Agrigento - . Attività alla quale è stato dato massimo impulso anche a seguito dei recenti fatti di sangue verificatisi a Favara". 

Potrebbe Interessarti

  • Scomparsa di Gessica Lattuca, Russotto rompe il silenzio: "Mandate i Ris anche dai suoi conoscenti"

  • Tentato furto a San Leone, inseguimento e incidente: uno è stato arrestato, l'altro è ricercato

  • Elicottero, cinofili e 100 carabinieri: scatta l'operazione antimafia "Assedio"

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento