Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Riecco la Scala dei Turchi, Musumeci: "Riconsegnamo una delle spiagge più belle di tutto il mondo"

I lavori iniziati nel 2017 sono stati ultimati. Alla cerimonia di "inaugurazione" ha voluto esserci il governatore di Sicilia. La marna bianca torna ad essere a disposizione dei turisti di ogni dove

 

Il governatore di Sicilia, Nello Musumeci, questa mattina ha messo piede alla Scala dei Turchi. I lavori di consolidamento sono stati ultimati, per questo, il presidente della Regione ha voluto essere presente alla riapertura di uno dei siti più belli dell’intera Sicilia.

 Con Musumeci anche l’assessore Toto Cordaro. "Riconsegniamo alla pubblica fruizione, con un ingresso pedonale sicuro, una delle spiagge più incantevoli della Sicilia e meta di bagnanti provenienti da tutto il mondo”. Queste le parole di Musumeci durante la cerimonia di riapertura della spiaggia. "Prosegue senza sosta la nostra attività di tutela e valorizzazione del territorio". Nel dettaglio, i lavori, hanno interessato la bonifica e la messa in sicurezza del costone roccioso e nella creazione di un sistema di drenaggio.

La messa in sicurezza, dunque,  è definitiva, le rassicurazioni giungono dal dipartimento regionale di Protezione Civile che ne ha curato i lavori. In poco meno di tre mesi le opere di drenaggio idraulico e consolidamento sull'intero versante, grazie anche a delle reti protettive, dovrebbero evitare ulteriori episodi di crolli. 

Riapertura Scala dei Turchi, Savarino: "E' la stagione del far bene"

"Oggi - ha detto il governatore Musumeci, che per l'occasione si è recato a Scala dei Turchi insieme all'assessore al Territorio Toto Cordaro - siamo qui, in uno dei luoghi costieri della nostra isola più visitato, per un sopralluogo e per prendere atto con soddisfazione dell'efficienza che l’amministrazione regionale, attraverso la struttura contro il dissesto idrogeologico e la Protezione civile, ha dimostrato in questa ennesima occasione. Abbiamo messo in sicurezza il luogo, abbiamo evitato che la frana potesse continuare ad alimentarsi e, naturalmente, terremo sotto controllo questa particolare area della nostra costa agrigentina. Volevo condividere con voi questa gioia, non soltanto perché abbiamo messo in sicurezza un luogo assai frequentato, ma anche perché abbiamo valorizzato un luogo turistico che deve essere di esempio catalizzatore, un polo di attrazione. La carta del turismo ce la stiamo giocando, e anche bene, rispetto alle altre regioni italiane. Però non bisogna cullarsi sugli allori. Servono servizi di qualità, serve una buona accoglienza, servono attenzioni particolari nei confronti dei nostri ospiti. Solo così cambia e si consolida la buona reputazione della nostra isola. E solo così diamo una spallata in positivo all’economia siciliana, e Dio sa quanto ce ne sia bisogno. Il governo sta facendo fino in fondo la propria parte e questa è la Sicilia che mi piace".. 

"La giornata di oggi - ha detto l'assessore Cordaro - costituisce la cartina di tornasole del metodo usato dal governo Musumeci: finanziamento, progettazione e realizzazione. In pochissimo tempo abbiamo restituito, con un’opera interamente concepita e realizzata dal nostro governo, uno degli angoli della Sicilia più famosi nel mondo alla fruizione sicura di cittadini e turisti".

Lavori di consolidamento ultimati, ci siamo: riapre la Scala dei Turchi

Potrebbe Interessarti

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • Incassa il reddito di cittadinanza e non resta sul divano, l'appello di Vincenzo: "Disoccupati collaborate"

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Insegnante canta "Bella ciao…" al porto di Lampedusa: è bagarre con gli isolani

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento