Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La stabilizzazione sfuma e le ore di lavoro si riducono: scoppia la protesta dei precari del Comune

Secondo Lorena Capellupo (Cgil): "E' stata lesa la dignità di 190 lavoratori"

 

Dall’annuncio di una possibile stabilizzazione dei 190 precari in servizio al Comune di Agrigento si è passati all’azzeramento dell’integrazione lavorativa a 18 ore. Oggi le organizzazioni sindacali di categoria hanno indetto un’assemblea dei lavoratori. Ad aula Sollano si è discusso del futuro incerto. Nel novembre scorso, la giunta comunale aveva firmato la determina sul programma triennale del fabbisogno di personale e delle assunzioni 2018-2020. Nel triennio considerato, saranno complessivamente 114 di dipendenti comunali che andranno in pensione, per questo motivo si era avanzata l’ipotesi di attingere dal bacino dei precari. Le attuali condizioni economiche dell’ente però non consentirebbero la stabilizzazione dei contrattisti. 

“Non abbiamo più la dignità di lavoratori – dice ai microfoni di AgrigentoNotizie Lorena Capellupo della segreteria provinciale della Cgil.  La diminuzione dell’orario lavorativo, oltre ad una riduzione della busta paga, significa anche servizi, per i cittadini, che vengono dimezzati”.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento