Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Reddito di cittadinanza? "Servirà per fronteggiare la povertà, ma non agli immigrati"

Un agrigentino: "Se verrà dato pure agli extracomunitari, aumenterà il lavoro nero e accumuleremo talmente tanti debiti che i miei nipoti non potranno pagarli"

 

Per alcuni è la definitiva fine della povertà. Per gli altri, i più critici, solo un'operazione di assistenzialismo post elettorale. Il reddito di cittadinanza, insomma, divide tra speranze e preoccupazioni. Un dualismo che si vive anche ad Agrigento, tra le province siciliane dove più forte è stato l'impatto della crisi in questi anni. AgrigentoNotizie ne ha parlato con gli agrigentini che attraversavano la "via Maestra", la via Atenea, una volta cuore pulsante dell'economia cittadina e oggi grande cimitero a cielo aperto di vetrine chiuse in cui pochi imprenditori coraggiosi continuano ad offire prodotti e servizi.

Se molti hanno preferito non rilasciare dichiarazioni (particolarmente degni di nota erano coloro che, passeggiando in pieno relax, spiegavano di non poter apparire in video perché formalmente al lavoro), altri hanno comunque detto la loro e, complessivamente è emersa una certa fiducia rispetto al Governo nazionale e al provvedimento "bandiera" del Movimento 5 Stelle. Questo con "tifosi" assolutamente insospettabili come l'ex sindaco di Agrigento e delfino alfaniano Aldo Piazza che, ai microfoni di AgrigentoNotizie, ha ammesso la potenziale utilità del provvedimento soprattutto per aiutare le sacche di povertà della città "rispetto alle quali non si è agito in questi anni". 

Reddito di cittadinanza, i commercialisti: "Può disincentivare l'offerta di lavoro"

Se a dividere sono aspetti come quello della possibilità di concedere il "reddito" anche agli extracomunitari (parliamo ovviamente di chi è in regola e paga le tasse), ci sono anche alcuni che ne fanno una questione di principio: "Dopo una vita di lavoro - ha spiegato un anziano - io percepisco 900 euro al mese di pensione, perché chi magari non ha mai lavorato deve averne 700?". Parzialmente d'accordo sono i commercianti: sebbene non sia ancora chiaro cosa rientrerà nel paniere delle spese non "immorali", molti sperano che il "reddito" possa servire anche ad aumentare i consumi.

Potrebbe Interessarti

  • La Valle dei Templi dentro un sogno: che spettacolo la sfilata di Dolce e Gabbana

  • Relax a Lampedusa per Baglioni, comitiva di giovani: "Claudio sei tutti noi"

  • Il litorale è invaso, è "caccia" alle meduse a San Leone

  • Sea Watch3, concluso l'interrogatorio: domani la decisione e Carola resta ai domiciliari

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento