Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Gioacchino Lanza Tomasi è cittadino di Palma di Montechiaro

Il sindaco: "Pur vergognandoci del recente passato che ha mortificato nell'animo e nello spirito la comunità, siamo convinti e siamo certi di avere radici forti, nobili e gloriose. Ed è attraverso la forza di queste radici che noi possiamo guardare ad un futuro diverso"

 

Gioacchino Lanza Tomasi - figlio adottivo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, l'intellettuale di gran fama e testimone del dirompente successo del "Gattopardo" - è cittadino di Palma di Montechiaro. La cittadinanza onoraria è stata consegnata al Comune di Palma. Ad organizzare la cerimonia - su proposta del sindaco Stefano Castellino - è stato il consiglio comunale che vuole creare un legame tra il paese e i discendenti di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

L’idea del figlio adottivo dell’autore de “Il Gattopardo” è di creare nel monastero delle Benedettine del paese, un centro di restauro di opere d’arte e rilanciare la produzione dei biscotti ricci, nel tentativo di dare uno slancio all’economia di Palma. Il monastero delle benedettine diventerebbe il volano di un’economia in un paese da cui molti emigrano per mancanza di lavoro ed i negozi chiudono.

Emozionato il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino che ha ricordato la sua esperienza personale, il suo approccio con "Il Gattopardo": "Il romanzo mette a confronto da un lato una terra terribile, ma dall'altro lato una terra terribilmente bella. Sono convinto che, oggi, per Palma, è un momento storico. Con la famiglia Tomasi noi palmesi abbiamo un rapporto intimo perché prima di diventare principe di Lampedusa era duca di Palma di Montechiaro. Se Palma di Montechiaro, oggi esiste, lo deve a quella famiglia e pur vergognandoci del recente passato che ha mortificato nell'animo e nello spirito una comunità, siamo convinti e siamo certi di avere radici forti, nobili e gloriose. Ed è attraverso la forza di queste radici che noi possiamo guardare ad un futuro diverso". 

La cittadinanza onoraria è stata conferita, assieme alle chiavi della città, "per aver custodito non soltanto il patrimonio culturale in termini di documentazione storica, ma anche i ruoli e la memoria personale dei Tomasi. Per l'attaccamento che dimostra per la città di Palma di Montechiaro che, più volte, lo ha accolto in visita. Per la sensibilità che dimostra per la conservazione e la valorizzazione dei monumenti di Palma che sono simbolo della permanenza, dell'influenza storica e culturale della famiglia Tomasi. Per ribadire e consolidare sempre più quel cordone ombelicale che lega Palma di Montechiaro con la famiglia Tomasi e con il romanzo 'Il Gattopardo'".   

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento