Macchie scure nelle acque di San Leone, Mareamico: "È olio esausto"

L'associazione ambientalista ha ricevuto diverse segnalazioni d'inquinamento nella località balneare agrigentina

 

Chiazze di mare nero a San Leone. L'associazione ambientalista Mareamico ha ricevuto diverse segnalazioni di macchie scure nelle acque della località balneare agrigentina. 

La causa più probabile - secondo Mareamico è l'abbandono in mare di olio esausto. "Qualche criminale da terra o direttamente dal mare - si legge in una nota - ha rilasciato l'olio esausto nella zona tra il porticciolo turistico di San Leone e il lungomare Falcone Borsellino - i primi rilevamenti sono stati in quelle zone - e poi le correnti hanno trasportato la macchia nera sulle spiagge del viale delle dune".

"Giova ricordare che chi effettua queste operazioni - prosegue Mareamico - rischia l'arresto per disastro ambientale e che un litro di olio versato in uno specchio d’acqua è in grado di formare una pellicola inquinante grande quanto un campo da calcio".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento