Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Firetto lancia l'allarme: "Il bando periferie? E' stato sabotato, molti cantieri non partiranno"

Dentro "Girgenti" è al sicuro al momento l'intervento sull'ex ospedale di via Atenea, perché prevede una compartecipazione economica di Unipa

 

Il bando periferie? "E' stato sabotato". E' certo il sindaco di Agrigento Lillo Firetto nel commentare l'ormai celebre piano nazionale per la riqualificazione delle zone degradate, oggetto di polemiche e che oggi, anche nella città dei Templi, non ha consentito di avviare opere.

"Il bando iniziale - spiega infatti - è stato in qualche modo sabotato, nel senso che quel 20% di anticipazione di cassa che era messa a disposizione per le opere e che nasceva dalla presa di coscienza che la quasi totalità dei comuni non ha risorse proprie per anticipare finanziamenti non c'è più. Oggi noi possiamo avviare il cantiere dell'ex ospedale di via Atenea perché c'è una compartecipazione economica dell'Università di Palermo, altrimenti oggi potremmo dire che, come sta avvenendo del resto in molti comuni, l'intervento non può essere realizzato".

I cantieri, fortunatamente però partiranno: stando a quanto comunicato da Unipa i lavori saranno messi a bando entro il 2019 con una previsione verosimile di avvio dei cantieri già nel 2020. L'idea è di trasformare la grande struttura creando non solo aule per lezioni universitarie, ma anche spazi dedicati alla città come 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento