Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In città il primo autobus ibrido, Samuela Scelfo della Sais: "Vantaggi? E' silenzioso"

Le politiche sul miglioramento della qualità della vita e dell'ambiente richiedono anche l'introduzione di mezzi pubblici poco inquinanti

 

La crescente consapevolezza sui temi della sostenibilità e vivibilità della città, influiscono anche sulla mobilità dei centri urbani. Nelle smart city del futuro, anche i trasporti devono  rispondere ai criteri per il miglioramento della qualità della  vita delle persone e dunque anche dell’ambiente. 

Un sistema di trasporto urbano delegato a mezzi obsoleti ed inquinanti, influiscono negativamente sull’ambiente e sulla salute stessa dei cittadini. Per questo motivo, l’azienda dei trasporti urbani di Agrigento, si è dotata di un moderno autobus ibrido, acquistato grazie ai fondi messi a disposizione dal ministero dei trasporti per la Regione Sicilia. 

Il veicolo, che si muove grazie a due propulsori, uno classico a gasolio e uno elettrico, sembra un comunissimo autobus, quello che lo rende diverso è l'innovativo  sistema ibrido che  riduce notevolmente i consumi di carburante e porta anche ad un calo nelle emissioni di anidride carbonica nell’aria.  Anche nella Città dei Templi dunque, prende forma il concetto di mobilità pubblica eco sostenibile. Il nuovo green bus, ha effettuato oggi la sua prima corsa urbana, passeggeri d’eccezione sono stati gli amministratori comunali di Agrigento, con in testa il sindaco Lillo Firetto  e l’amministratore delegato di Sais, Samuela Scelfo.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento