Brucia il capannone della Flexo Bags, quattro squadre di vigili per spegnere le fiamme

Non è esclusa la matrice dolosa: si tratta dell’ennesimo incendio che riguarda le aziende della zona industriale

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ennesimo rogo, questo pomeriggio, nella zona industriale Agrigento-Aragona dove sono tutt’ora in corso le operazioni di spegnimento delle fiamme da parte dei vigili del fuoco. Questa volta l’incendio sta riguardando il capannone dell’azienda Flexo Bags dell’imprenditore Giuseppe Accolla che si occupa di recuperare e riciclare la carta ed il cartone proveniente dalla differenziata di diversi comuni tra cui Agrigento.

Brucia il capannone della Flex Bags, è inferno di fuoco: rogo doloso?

Sul posto, oltre a quattro squadre dei vigili del fuoco che stanno lavorando anche con l'ausilio di maschere del gas, sono arrivate le forze dell’ordine che stanno effettuando i rilievi di rito che serviranno, insieme alle risultanze dei vigili del fuoco, a capire l’origine del rogo. Si tratta dell’ennesimo incendio che riguarda le aziende della zona industriale e anche in questo caso si tratta di un’attività che ha a che fare con il comparto rifiuti e imballaggi. Solo lo scorso 7 dicembre, le fiamme avevano distrutto gli impianti della Ekot degli imprenditori Gaglio e Tramuta che si occupa di plastica.

Ma il 22 giugno del 2016, l'area industriale di Agrigento, venne investita dallo spaventoso incendio della ditta Progeo, che si occupava di smaltimento di rifiuti e che aveva tra i proprietari lo stesso Franco Tramuta che aveva fondato la Ekot data alle fiamme meno di un mese addietro. La Progeo venne completamente distrutta da quell'incendio e dovette chiudere i battenti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    La fiaccolata per Vincenzo scuote Alessandria, la sorella: "Siete tantissimi perché mio fratello era un'ottima persona"

  • Video

    "Sequestro di persona e violenza sessuale attuati per volontà del boss", arrestati due presunti fiancheggiatori di Massimino

  • Video

    Il cadavere di Gessica Lattuca non è al cimitero, il padre: "Sapevo che non era in quel posto"

  • Video

    Alessandria è sconvolta, la testimonianza: "Entrambi i ragazzi sono figli di brave persone"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento