Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Rigenerazione urbana, NeeSpoon "ricama" un immobile del centro storico di Favara

L'iniziativa voluta dalla Farm Cultural Park rientra nell'ambito delle iniziative in programma per il prossimo mese di giugno

 

Quando si parla di rigenerazione urbana, un plauso va certamente fatto all’opera meritoria della Farm cultural park di  Favara, il polo d’arte contemporanea che negli anni si è fatto apprezzare e conoscere in tutto il mondo. La regia dell’eclettico notaio Andrea Bartoli e dei suoi collaboratori, ha cambiato faccia al concetto di centro storico e lo ha fatto in una città tristemente nota alle cronache per fatti negativi. Le esperienze maturate nel quartier generale dei sette cortili di Favara, hanno richiamato artisti e studiosi provenienti da ogni parte del globo. Una comunità, quella della Farm, che ha fatto della positività e del concetto di bellezza, il messaggio da diffondere per oscurare la negatività dell’immagine stessa della città di Favara e non solo.

Nel prossimo mese di giugno, lo storico palazzo Miccichè, appartenuto alla famiglia dell’attuale presidente dell’assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, sarà sede di “Countless Cities”, una mostra biennale con fotografi, artisti, architetti e creativi che racconteranno non solo le città ma anche le buone pratiche e le idee innovative che contribuiscono a renderle speciali.

Tra gli artisti chiamati a dare  il proprio contributo, non passa sicuramente inosservata l’opera  creata dalla polacca NeeSpoon. Una forma insolita di street art visibile sulla facciata di un fatiscente immobile di via Francesco Valenti, vicolo attiguo alla chiesa di San Vito. Sul  prospetto dello stabile infatti è stato dipinto un grande merletto. Una trama che sembra essere stata creata all’uncinetto dalle sagge mani delle ricamatrici e che scenograficamente restituiscono dignità ad un contesto architettonico compromesso dall’abbandono e dal degrado.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento