Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Messa in sicurezza degli ipogei della città, completata anche la seconda fase: entro il 2020 la progettazione 

L'annuncio in occasione della nuova convocazione tavolo tecnico interdipartimentale svolta negli ufficci del Genio Civilie

 

Le spettacolari immagini realizzate il 25 luglio dell’anno scorso, mostrano l’ipogeo che in via Atena si sviluppa sotto la chiesa di San Giuseppe. Non si tratta di una vera e propria scoperta, in quanto, l’attuale piano terra dell’edificio di culto, nella seconda metà dell’ottocento, fu ricavato abbassando l’ingresso monumentale, attraverso la rifondazione delle antiche basi in occasione del livellamento della stessa via Atenea.  

Lavori che secondo gli storici, causarono la recisione dell’ ipogeo che adesso si vorrebbe mettere in sicurezza e rendere fruibile al pubblico. 

Ed è proprio sulla conoscenza della fitta rete di cunicoli sotterranei, tramite lo studio della rete ipogeica che lo scorso 16 maggio, negli uffici del Genio Civile di Agrigento, si era insediato un tavolo tecnico interdipartimentale a cui siedono tutti gli organi competenti.  Sono complessivamente 186 gli imbocchi attualmente censiti dai tecnici e per i quali, entro l’anno prossimo, dovranno essere ’oggetto di progetti di messa in sicurezza e riqualificazione. Il tavolo tecnico è stato nuovamente convocato oggi, alla presenza tra gli altri anche dirigente del dipartimento regionale tecnico Salvatore Lizzio. Ai lavori, ha partecipato anche l’assessore regionale alle infrastrutture, Marco Falcone.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento