Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo non è amore", il questore Iraci: "Violenza sulle donne? Denunciate, occorre fare rete"

Al tribunale anche il dirigente dell’anticrimine, Alessandro Milazzo e dei responsabili della rete antiviolenza "Telefono aiuto"

 

"Occorre denunciare". E' questo il commento del questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci nell'ambito della giornata contro la violenza sulle donne.

Quest'oggi nell'atrio del Palazzo di Giustizia, il questore unitamente al dirigente dell’anticrimine, Alessandro Milazzo e dei responsabili della rete antiviolenza  “Telefono aiuto”,  hanno sensibilizzato l’opinione pubblica, incontrando anche un gruppo di studenti, sul triste fenomento del femminicidio ma non solo. 

Un fenomeno che nel biennio 2018-2019 appare in diminuzione: calano del -16,7 % le violenze sessuali (nel 2017 erano in aumento del + 14 %) del -2,9 % i maltrattamenti in famiglia, del -12,2% gli atti persecutori.

Rispetto al 2018, nel periodo gennaio-agosto 2019 diminuisce del -4 % il numero di vittime di sesso femminile sul totale degli omicidi, si passa infatti dal 38 % al 34 %. Questo non è amore: la campagna della Polizia contro la violenza sulle donne In questo quadro, il femminicidio – che a fini operativi è stato definito come un atto criminale estremo perpetrato in danno della donna in ragione del proprio essere – fa registrare un aumento percentuale: si passa dal 37% di femminicidi sul totale delle vittime di sesso femminile del 2018, al 49 per cento nel periodo gennaio-agosto 2019. Il 67% di queste vittime è straniero.

Sul fronte della prevenzione, chiaro è stato  l’appello lanciato dal questore di Agrigento. "Occorre denunciare – dice ai microfoni di AgrigentoNotizie, Rosa Maria Iraci – parlare di ciò che avviene nelle mura domestiche. E’ importante fare rete". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento