Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'Arma ricorda l'appuntato Principato, Pellegrino: "Quello che ci fa sentire sereni è la vicinanza della gente"

Al cimitero di Bonamorone l'omaggio floreale sulla tomba del militare assassinato a Racalmuto

 

Ricorre oggi il 34esimo anniversario della scomparsa dell'appuntato dei carabinieri, medaglia d'oro al valor militare, Alfonso Principato. Le commemorazioni del carabiniere assassinato nelle campagne di Racalmuto durante un conflitto a fuoco dopo una rapina, cade in un momento particolare per l'Arma. Solo sabato scorso, un altro servitore dello Stato è morto in servizio, il maresciallo maggiore Vincenzo Di Carlo assassinato nel foggiano.

Alla presenza delle autorità militari, al cimitero "Bonamorone" della città dei Templi, una composizione floreale è stata deposta dal colonnello Giovanni Pellegrino, comandante provinciale dei Carabinieri di Agrigento e dal fratello dell'appuntato Pricipato.  "Limpegno dei nostri Carabinieri - ha ribadito il comandante provinciale dell'Arma-  nel fare il prorpio dovere, continua ad essere immutato e purtoppo  anche il sacrificio dei nostri militari quello che ci fa sentire sereni in questo momento di riflessione e anche di lutto è la vicninanza della gente".

Potrebbe Interessarti

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Il narese Carlo scomparso nel lago di Castel Gandolfo, la cugina: "Vengano accertate le eventuali responsabilità"

  • Incassa il reddito di cittadinanza e non resta sul divano, l'appello di Vincenzo: "Disoccupati collaborate"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento