L'Arma ricorda l'appuntato Principato, Pellegrino: "Quello che ci fa sentire sereni è la vicinanza della gente"

Al cimitero di Bonamorone l'omaggio floreale sulla tomba del militare assassinato a Racalmuto

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ricorre oggi il 34esimo anniversario della scomparsa dell'appuntato dei carabinieri, medaglia d'oro al valor militare, Alfonso Principato. Le commemorazioni del carabiniere assassinato nelle campagne di Racalmuto durante un conflitto a fuoco dopo una rapina, cade in un momento particolare per l'Arma. Solo sabato scorso, un altro servitore dello Stato è morto in servizio, il maresciallo maggiore Vincenzo Di Carlo assassinato nel foggiano.

Alla presenza delle autorità militari, al cimitero "Bonamorone" della città dei Templi, una composizione floreale è stata deposta dal colonnello Giovanni Pellegrino, comandante provinciale dei Carabinieri di Agrigento e dal fratello dell'appuntato Pricipato.  "Limpegno dei nostri Carabinieri - ha ribadito il comandante provinciale dell'Arma-  nel fare il prorpio dovere, continua ad essere immutato e purtoppo  anche il sacrificio dei nostri militari quello che ci fa sentire sereni in questo momento di riflessione e anche di lutto è la vicninanza della gente".

Potrebbe Interessarti

  • Sequestro di persona e violenza sessuale, il bracciante agricolo bloccato dai carabinieri confessa

  • Ha salvato una donna dopo l'esplosione, l'ambulante senegalese: "Urlava aiuto, le ho strappato i vestiti in fiamme"

  • Le fiamme distruggono i grani antichi della Valle dei Templi, raccolto andato in cenere

  • Tataratà annullato, mentre Casteltermini canta e prega in piazza si fa duro lo scontro fra assessore e sindaco

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento