Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il tesoro di Santa Maria dei Greci è in mostra, ci sono anche le statuine del '600 che facevano parte di un presepe

Il sovrintendente Gabriella Costantino: "Manca l'affresco del Cristo pantocratore che venne ritrovato nel 1900 e che è integro. Bisogna fare una ricerca, probabilmente è stato portato a Palermo"

 

Il tesoro rinvenuto in occasione dei restauri della chiesa di Santa Maria dei Greci e del crepidoma del tempio, datati dalla preistoria al ventesimo secolo, è visibile. Questo pomeriggio è stato, infatti, inaugurato l'Antiquarium. I materiali e gli oggetti d'arte rinvenuti e messi in mostra raccontano la lunga storia del colle e della stessa chiesa. A curare l'evento sono stati la sovrintendente Gabriella Costantino, il Rup Armida De Miro e il direttore dei lavori Agostino Marrella.

"Durante i restauri effettuati nel 2007, 2008 e 2009 abbiamo acquisito anche questi spazi adiacenti alla chiesa proprio per l'esposizione dei materiali trovati all'interno del pozzo e che raccontano la lunga storia della città e del colle - ha spiegato, durante l'inaugurazione, il sovrintendente di Agrigento Gabriella Costantino - . Dai materiali del 4 millennio avanti Cristo passiamo a materiali del ventesimo secolo, fra questi anche materiali neolitici e poi del quinto secolo avanti Cristo. Ma anche statuine del '600 che facevano parte di un presepe e delle medagliette in bronzo e in ottone che servivano per le comunioni e i battesimi o anche utilizzate dai pellegrini. Manca l'affresco del Cristo pantocratore - ha sottolineato il sovrintendente - che vene ritrovato nel 1900 e che è integro. Bisogna fare una ricerca, probabilmente è stato portato a Palermo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento