archeologia

  • Via libera ad una nuova campagna archeologica nel mare di Cannatello

  • Chiostro di Sant'Angelo, un progetto per esporre i reperti archeologici

  • Scavi per il teatro Ellenistico, trovati elementi di riti propiziatori: c'è pure un poppatoio

  • Ribera, un appello a Sgarbi per la riapertura della necropoli Anguilla

  • “Il Patrimonio ritrovato", in mostra reperti sequestrati dalle forze dell'ordine

  • Il sogno della ricostruzione del Tempio di Zeus resta soltanto "virtuale"

  • Il Teatro antico comincia a venire alla luce, ecco i primi gradoni

  • Valle dei Templi, nuovi interventi nel quartiere Ellenistico: bando da 250 mila euro

  • Nuove scoperte nella Valle dei Templi, spuntano i gradini dell'antico teatro

  • Archeologi "a caccia" di tesori sommersi nei fondali di Cannatello

  • Antico teatro, gli scavi entrano nel vivo: liquidati 64 mila euro

  • Quartiere Ellenistico-Romano, la scoperta: ossa di animali e lucerne come riti di riconsacrazione delle case

  • Università di Bologna e Parco, le scoperte che fanno bene all'archeologia della città

  • Giornata dell’archeologia al quartiere ellenistico romano della città

  • Tornano gli archeologi nell'area dell'antico teatro, al via nuova campagna di scavi

  • Laboratori, visite didattiche e percorsi: gli studenti "a scuola" di archeologia

  • La "strana" storia di quell'anfora antica: prima sequestrata, poi restituita

  • Scavi per riportare alla luce il teatro Ellenistico, il cantiere riaprirà all'inizio di ottobre

  • Nuove campagne di studi nella Valle dei Templi, in arrivo esperti francesi e spagnoli

  • Le vie dei Tesori diventano realtà, Letizia Casuccio: "Offerta culturale importante"

  • Ripresi gli scavi nell'area del tempio Romano e per il teatro Ellenistico pronti altri 2 milioni

  • Archeologia, ritrovato un cannone di tre metri sui fondali di Cannatello

  • Quartiere Ellenistico-Romano, nuovi scavi alle Insulae II e IV

  • Il vino più antico del mondo è stato ritrovato in una grotta di monte Kronio

  • Villa Durrueli fu riadattata a piccolo villaggio industriale per produrre mattoni, tegole e ceramiche