Quel riberese doc che fa impazzire Trapani, Vincenzo Italiano e l'operazione serie B

Dagli abissi del calcio scommesse alla rinascita, l'ex centrocampista ha "cacciato" il Catania dai play off: la promozione non è un'utopia

Vincenzo Italiano

E’ tornato ventidue anni dopo, Vincenzo Italiano, si è ripreso il suo Trapani. Aveva appena sedici anni quando esordì con la maglia granata era il campionato di serie C1 stagione 1994/95.

Poche presenze le sue, una stagione “silenziosa” malgrado le sue importanti qualità. Vincenzo Italiano, riberese doc, adesso è tornato per regalare al suo Trapani un sogno chiamato serie B. Quarantuno anni, nato quasi per sbaglio in Germania – i suoi erano in vacanza lì – ed un passato da allenatore in serie D.

"Vieni ad allenare il Trapani". Non ci ha pensato due volte, Vincenzo Italiano, malgrado la situazione societaria era in pieno sbando si è fatto trovare pronto. Qualcuno aveva anche storto il naso, altri facevano leva sulla sicilianità ed il grande carattere dell’ormai ex centrocampista.

Si veste di granata, accomodandosi su una panchina blasonata. Italiano non ha paura e affronta la sfida, l’ennesima della sua carriera.

Niente fiato corto per il suo Trapani, una cavalcata in campionato segnata da partite al cardiopalma. Nei play off è tutta un'altra storia. Gli schemi del tecnico hanno sorpreso Sottil, il Catania dei big è battuto. Ciao Catania, il Trapani vola in finale e lo fa a bordo dello shuttle guidato da un riberese doc.

Italiano ha conosciuto il buio degli abissi, il suo nome saltò fuori nell’ambito del calcio scommesse. Si definì un “pesce piccolo” e quindi poco ascoltato. La giustizia sportiva lo squalificò per tre anni, poi tutto ridotto a nove mesi. La giustizia ordinaria, invece, archiviò il caso e dunque la sua posizione. Lui, si è sempre definito innocente. Se oggi il Trapani vola è anche merito suo.

Pochi limiti per Vincenzo Italiano, ed una promozione in B che lui e la sua gente adesso vogliono a tutti i costi. Dalla bagarre societaria alla rinascita, questo Trapani adesso sogna sul serio.  

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento