Fabaria rally: vince la coppia Gandolfo-Michi

La coppia agrigentino-pistoiese è balzata al comando nel corso della quarta prova speciale dopo il ritiro del favorito Di Benedetto. Entusiasmante la lotta per la piazza d'onore tra Tripolino e Runfola, conclusa a favore del giovane pilota cefaludese che ha vinto lo Challenge

Al termine di una gara movimentata e ricca di colpi di scena soprattutto nelle battute iniziali, la Peugeot S2000 del pilota locale Pietro Gandolfo e del pistoiese Daniele Michi si è aggiudicata la 22esima edizione del Fabaria rally che ha concluso lo Challenge Rally Nazionali ottavo Zona. L’equipaggio della scuderia siracusana Sunbeam Motorsport dopo una vigilia piuttosto travagliata che li aveva visti cambiare auto a poche ore dal via, ha preso il comando della gara nel corso della quarta delle nove prove in programma, quando la favorita Peugeot S2000 di Alfonso Di Benedetto, vincitore delle ultime due edizioni era costretta al ritiro per problemi di alimentazione. Per Gandolfo, che era già giunto per tre volte secondo nella gara di casa, si è trattato della prima vittoria assoluta, mentre per il navigatore toscano si è trattato della quinta vittoria in carriera.

Fuori ben presto e senza mai essere stata in gara l’altra Peugeot 207 di Mazza, e poco dopo anche la Mitsubishi di Patti, alle spalle del leader si era inserita la Mitsubishi Lancer di Tripolino, vincitore di una prova speciale contro le 5 di Gandolfo, le 2 di Di Benedetto e la singola di Trupiano, ma nel corso della vivacissima battaglia con la Clio di Marco Runfola, la vettura giapponese rompeva il manicotto della turbina scivolando in una bugiarda settima piazza. La piazza d’onore era quindi appannaggio del vincitore dello Challenge, Runfola, primo del Gruppo R davanti a Trupiano, terzo  dopo una gara in crescendo, culminata nella vittoria nella Ps finale. Eccezionale la gara delle due “piccole” Peugeot 106 di Morreale, vincitore del Fabaria 2004, e Brusca, rispettivamente quarto e quinto a suon di temponi, seguiti tra i primi dieci da altri tre equipaggi locali: da De Francisci, Milioti ed Airò Farulla. 

Il 22esimo Fabaria Rally, organizzato dalla Proracing con il consueto patrocinio dell’Assessorato allo Sport della Provincia regionale, dell’Assessorato regionale al Turismo ed allo Sport, e dei Comuni di Agrigento, Porto Empedocle e Favara, si è disputato con temperature sempre prossime ai 30 gradi e quindi è risultato estremamente selettivo: solamente 39 dei 73 equipaggi partiti hanno tagliato il traguardo. Oltre ai già citati Di Benedetto, Mazza e Patti, le noie meccaniche hanno costretto al ritiro anche Mistretta e  Lombardo.

La classifica: 1. Gandolfo-Michi (Peugeot 207 S2000) in 39’01”4 ; 2. Runfola-Pollicino (Renault Clio R3) a 44”8 ; 3. Trupiano-D’Amico (Renault Clio R3) a 52”0; 4. Morreale-Nicotra (Peugeot 106) a 1’20”9;  5. Brusca-Midulla (Peugeot 106) a 1’24”6; 6. Frattalemi-Cancaro (Renault Clio R3) a 1’25”1; 7. Tripolino-Montana Lampo (Mitsuboshi Lancer Evo X) a 1’33”8; 8. De Francisci-Barreca (Renault Clio R3) a 1’42”5; 9. Milioti-Pecoraro (Peugeot 106) a 1’59”7; 10. Airò Farulla-Costanza (Renault Clio S1600) a 2’26”7.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A rischio i soldi per la rete idrica, Firetto scrive all'Ati: "Urge intervenire"

  • Mafia

    Negata iscrizione alla "lista bianca" per parentele mafiose, il Tar dà ragione a imprenditrice

  • Cronaca

    "I soldi per riparare le buche c'erano", morte di Chiara La Mendola: ecco i motivi delle condanne

  • Cronaca

    Niente accordo per i vertici del consorzio universitario, la Cgil: "Scontro sulla nostra pelle"

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • Si getta in mare per farla finita, 60enne salvata in extremis dai carabinieri

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • "Torture sessuali al compagno di cella per estorcergli sigarette", a giudizio

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • Un cane all'ingresso del pronto soccorso, la protesta: "Si rischiano infezioni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento