Tennis, Giuliana D’Alessandro e Matteo Romano i vincitori del “Città dei Templi”

Soddisfatto della riuscita della manifestazione il presidente Alessandro Platania che ha spiegato come il circolo è costantemente impegnato per diffondere la pratica del tennis e anche del paddle

Platania Romano Palmeri Di Paola

Si è concluso sui rinnovati campi del Parco del Mediterraneo di Villaseta il torneo di quarta categoria (maschile e femminile) organizzato dal Tennis Club Città dei Templi del presidente Alessandro Platania. Un torneo che ha visto la partecipazione di oltre ottanta tennisti provenienti da tutta la Sicilia.

In campo femminile si è imposta la tennista di casa, la sedicenne Giuliana D’Alessandro (figlia d’arte) che in finale ha battuto con un netto 6/1 6/0 la nissena Anna Catalano, brava però a raggiungere la finale superando diversi ostacoli.

In campo maschile, la finale vedeva opposti due tennisti del TC Sommatino: Angelo Palmeri e Matteo Romano. È stato proprio quest’ultimo, appena diciassettenne ad aggiudicarsi il titolo con il punteggio di 6/3 6/3.

Soddisfatto della riuscita della manifestazione il presidente Alessandro Platania che ha spiegato come il circolo è costantemente impegnato per diffondere la pratica del tennis e anche del paddle, organizzando diverse manifestazioni, tornei e lezioni mirate.

A premiare i vincitori, oltre al presidente Platania era presente anche il dirigente del circolo Stefano Di Paola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento