Tennis, alle battute conclusive il primo Open Città di Camastra

Visto il montepremi, era facile prevedere l’arrivo di qualche “vip”, allettato oltre che dai premi, anche dalla curiosità di conoscere un paese che grazie al tennis è salito alla ribalta della cronaca regionale

Karthiga Thavarajasingam

Si avvia alla conclusione la prima edizione dell’Open di tennis “Città di Camastra”, torneo inserito nel circuito regionale, dotato di un montepremi di 5600 euro.

Dopo il Challenger di Caltanissetta e il torneo di pre-qualificazioni agli Internazionali, organizzato dal Montekatira di Catania, quello di Camastra è il torneo col più alto montepremi in Sicilia.

Un vanto per la provincia di Agrigento e per il suo movimento tennistico, ma soprattutto per il presidente del Circolo Tennis Camastra, Bartolomeo Tesè, capace, quasi da solo, di trovare sponsor e collaboratori e organizzare un evento di queste proporzioni.

Visto il montepremi, era facile prevedere l’arrivo di qualche “vip”, allettato oltre che dai premi, anche dalla curiosità di conoscere un paese che grazie al tennis è salito alla ribalta della cronaca regionale.

I favoriti per la vittoria finale sono (in stretto ordine di classifica): Alessio Di Mauro del TC Siracusa, classificato 2.1, ex numero 68 della classifica ATP, che vanta anche una convocazione in Davis.

Dietro di lui il quasi diciottenne Nicolò Schilirò (2.3) tesserato per il Polimeni di Reggio Calabria.

Poi ancora il bergamasco Andrea Falgheri (2.3) del TC Città dei Mille di Bergamo e infine la quarta testa di serie, Ettore Zito del Match Ball Siracusa.

Dietro di loro altri sei giocatori di seconda categoria che aspirano a rubare un posto tra i semifinalisti del torneo.

Anche in campo femminile il livello delle giocatrici è di tutto rispetto. Il ruolo di favorite, secondo la logica delle classifiche, spetta alla sedicenne Sofia Bruno del CT Brolo e alla diciottenne Martina Lo Pumo del CT Ragusa, entrambe classificate 2.7.

A far da terzo incomodo, la cingalese diciottenne, Karthiga Thavarajasingam, classificata 2.8 e tesserata per il Kalta Palermo.

Il torneo si chiuderà domenica pomeriggio con la disputa delle due finali nell’impianto di Camastra, attiguo allo stadio comunale. Qualunque sia l’esito dei match, per Tesè e tutta Camastra si tratta in ogni caso di un successo a tutto tondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento