Tennis, Alessio Di Mauro e Sofia Bruno si aggiudicano il primo Open Città di Camastra

L'ex numero 68 della classifica ATP ha battuto il diciottenne Nicolò Schilirò, mentre la campionessa regionale a squadre Under 16, ha superato la cingalese Karthiga Thavarajasingam

I vincitori premiati

Va in archivio la prima edizione dell’Open Città di Camastra, torneo dotato di un montepremi di 5600, terzo in assoluto tra quelli organizzati in Sicilia.

I pronostici della vigilia sono stati ampiamente rispettati e le prime due teste di serie: Sofia Bruno in campo femminile e Alessio Di Mauro in quello maschile, si sono aggiudicate i rispettivi tabelloni.

La Bruno, recente vincitrice del campionato a squadre regionale Under 16, non ha avuto difficoltà a superare la diciottenne Karthiga Thavarajasingam con il punteggio di 6/1 6/2, in virtù di una maggiore regolarità e pesantezza dei colpi. La finale maschile è stata più equilibrata, ma alla fine la maggiore esperienza dell’ex numero 68 della classifica ATP, Alessio Di Mauro, ha avuto la meglio sul diciottenne Nicolò Schilirò, battuto col punteggio di 6/4 6/2.

Due match caratterizzati da un vento abbastanza consistente che ha impedito lo sviluppo di un gioco più lineare. Accanto al presidente del CT Camastra, Bartolo Tesè, a premiare i vincitori anche il sindaco del piccolo paese dell’agrigentino, Angelo Cascià.

Ai vincitori oltre ai premi è andato un assegno di 1400 euro per Di Mauro e 350 euro per la Bruno, i finalisti si sono dovuti accontentare rispettivamente di 840 e 210 euro. A conclusione della manifestazione, il bilancio complessivo è da ritenersi ottimo su tutti i punti di vista. Camastra è salita alla ribalta della cronaca regionale grazie al tennis e gli organizzatori, forti dell’esperienza appena maturata, stanno già lavorando alla seconda edizione, col proposito di migliorare ulteriormente la qualità di ogni singolo aspetto dell’evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento