Svanisce il sogno promozione per l'Aragona, Di Giacomo in sala stampa: "Ho visto troppe prime donne"

Circa mille tifosi hanno spinto le biancazzurre, la squadra si è arresa tre set a uno

Più di mille persone hanno spinto la Pallavolo Aragona verso un grande sogno, quello chiamato B1. La squadra del patron Di Giacomo è riuscita – al pronti via – ad imporsi. Poi, sotto i colpi di Kostadinova, Salamida e Civardi le biancazzurre si sono arrese ad una organizzata Grotte di Castellana.

Nonostante l'illusoria vittoria del primo set l'Aragona si è disunita concedendo la rimonta alle avversarie che con tre set consecutivi vinti si aggiudicano meritatamente match e promozione in B1. 

Troppo sterile in attacco e debole a muro e in difesa la squadra di Collavini che non riesce nemmeno nel quarto set ad allungare per giocarsela al tie-break. Un crollo motivazionale, probabilmente anche fisico, che nonostante il tifo incessante del pubblico ha condotto la squadra al suicidio. 

L'harakiri in casa ha letteralmente gettato nello sconforto tutti i sostenitori aragonesi ed agrigentini accorsi in massa a seguire le gesta della squadra nella speranza di una festa promozione che invece si è trasformata in tristezza e delusione. I complimenti della società arrivano per bocca del presidente Nino Di Giacomo che in conferenza stampa ha elogiato la società pugliese del Grotte di Castellana che ha sempre creduto alla promozione. Critiche invece alle ragazze di Aragona: "Se fossero stati maschi avrei detto che non hanno avuto gli attributi per vincere questo match, in casa, davanti al loro pubblico che li ha sostenute dal primo all'ultimo punto, ma siccome sono donne non so cosa dire. Credo che ci siano troppe prime donne. Abbiamo fatto molti sacrifici per essere fin qui, speriamo nel ripescaggio. Non ho gradito l'atteggiamento della mia squadra, il nostro avversario ha vinto meritatamente".

Deluso anche mister Paolo Collavini: "Questa partita serva da lezione a tutti per capire cosa non ha funzionato quest'anno, dalle giocatrici all'allenatore". Lacrime in sala stampa per il capitano, Cusumano. "Per me - ha detto - non è stata una stagione facile". 

Questi i parziali dei set: 25-16; 13-25; 20-25; 23-25

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento