Vicine al sogno, ma tutto rimandato: la Pallavolo Aragona si gioca la promozione al "Nicosia"

Avanti due set ad uno, la formazione di Paolo Collavini si è smarrita sul più bello e, complice un vistoso calo di concentrazione, ha favorito la rimonta delle padrone di casa

La Pallavolo Aragona accarezza il sogno, ma tutto è rimandato. La squadra biancazzurra  spreca una grossa occasione per espugnare il “PalaGrotte” di Castellana Grotte ed approdare in Serie B1. Avanti due set ad uno, la formazione di Paolo Collavini si è smarrita sul più bello e, complice un vistoso calo di concentrazione, ha favorito la rimonta delle padrone di casa, che con merito hanno vinto gara 2 al tie-break, trascinate da una straordinaria Salamida.

La promozione nel terzo massimo campionato nazionale di pallavolo femminile è rimandata allo spareggio che si disputerà sabato prossimo, 8 giugno, al Palasport Pippo Nicosia di Agrigento, alle 18. Le biancazzurre, dunque, potranno contare sul fattore campo e sul calore dei tifosi che, c’e’ da scommettere, proveranno a spingere la squadra alla vittoria. Sabato è previsto il tutto esaurito al “PalaNicosia” di Agrigento, con i tifosi che stanno preparando cori e coreografie degni di altri palcoscenici. La Seap Aragona dovrà trasformare la delusione per la sconfitta di ieri in rabbia agonistica. Per battere il Grotte Volley Castellana, servirà una partita aggressiva, coraggiosa e attenta in ogni fondamentale. Sabato è prevista un’altra battaglia, un’altra maratona, un’altra partita intensa ed emozionante, come in gara 1 e come nel match di ritorno in Puglia. Le padrone di casa sono scese in campo al gran completo. Ci sono anche Salamida e Civardi, che hanno recuperato dai rispettivi infortuni. Anche la Seap Aragona presenta il sestetto tipo, ma nel corso del match coach Collavini ha chiamato in campo anche Falcucci, Cusumano, Grabriele e Valente. Il primo set lo ha vinto in rimonta il Castellana Grotte 25-22 con Kostadinova in grande spolvero.

La Seap Aragona domina letteralmente il secondo set, 14-25, grazie ad un efficace gioco di squadra, dove emergono le qualità tecniche della pugliese Cammisa, che martella le ospiti sia da posto 2 che da posto 4. La Seap Aragona si esalta anche nel terzo set, giocando un’ottima pallavolo. Un po’ tutte le giocatrici vanno a segno sia dal centro che dalle bande. Il set termina 18-25, con l’attacco di Macedo. Poi l'Aragona, inspiegabilmente, smette di giocare. La concentrazione cala vistosamente e i tanti errori favoriscono la rimonta del Castellana Grotte. Sul 20 pari, la Seap Aragona crolla definitivamente, esce dalla partita ed il set termina 25-20. Il tie-break è vinto nettamente dalle padrone di casa 15-9.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento