Via libera dalla federazione al cambio di nome: nasce l'Akragas 2018

Scompare il nome "Olimpica", la formazione biancazzurra si presenta alla città con un triangolare all'Esseneto

È arrivata dalla federazione l'autorizzazione ufficiale del cambio di denominazione da Olimpica Akragas ad Akragas 2018. La Figc ha concesso il cambio di denominazione sociale della società del presidente Giovanni Castronovo che dichiara: “Ringrazio di cuore il presidente della Lega nazionale dilettanti della Sicilia, Santino Lo Presti, per l'impegno e l'interessamento verso i vertici della Figc. Era importante per noi e per i tifosi che la squadra ritornasse a chiamarsi solamente col nome Akragas".

Nel frattempo la formazione biancoazzurra continua la preparazione in vista del triangolare di domenica allo stadio Esseneto di Agrigento. La squadra di Corrado Mutolo sfiderà il Sant'Agata (girone B di Eccellenza) e lo Sciacca, neo promosso in Promozione.

Il triangolare è dedicato alla memoria dell'ex dirigente dell'Akragas Giovanni Alessi, morto tragicamente nell'ottobre del 2013. All'Esseneto saranno presenti i familiari di Giovanni Alessi. Ad aprire il memorial "Giovanni Alessi", alle ore 17, saranno Akragas e Sant'Agata. A seguire gli altri incontri. Ciascuna gara avrà un tempo di gioco dalla durata di 45 minuti. Il triangolare sarà preceduto dalla presentazione ufficiale ai tifosi e alla stampa della nuova Akragas. L'appuntamento è alle ore 16:30. L'ingresso allo stadio Esseneto è gratuito. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

  • Mafia e droga, la maxi inchiesta "Kerkent": tre indagati chiedono di parlare col pm

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento